Strage Via D’Amelio, 29 anni fa moriva Paolo Borsellino e la sua scorta Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Era il 19 luglio 1992, erano trascorsi soltanto due mesi dalla strage di Capaci e l’Italia torna di nuovo a fare i conti con la mafia stragista. In via D’Amelio trovano la morte il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della scorta. In televisione si assiste inermi a un’altra devastazione. Una Fiat 126, imbottita con 90 chili esplosivo, è il nuovo avvertimento alla magistratura “perbene”. L’auto parcheggiata sotto casa della madre di Borsellino salta in aria quando arriva il giudice. Nell’esplosione, con Borsellino, perdono la vita cinque uomini della scorta. L’unico sopravvissuto è l’agente Antonino Vullo, primo testimone a raccontare la vicenda: “Borsellino e i miei colleghi erano già scesi dalle auto, mentre io ero rimasto alla guida. Stavo facendo manovra per parcheggiare la vettura che si trovava alla testa del corteo. Non ho sentito alcun rumore, niente di sospetto, assolutamente nulla. Improvvisamente è stato l’inferno. Ho visto una grossa fiammata, ho sentito sobbalzare la blindata. L’onda d’urto mi ha scaraventato dal sedile. Non so come ho fatto a scendere dalla macchina. Attorno a me c’erano brandelli di carne umana sparsi dappertutto“. Borsellino lo sapeva. Dalla morte di Falcone era cambiato tutto e non sorrideva più. Ripeteva spesso la frase “Ora tocca a me, non appena saputo del carico di tritolo arrivato a Palermo. Non gli restava che velocizzare le indagini sulla morte di Giovanni e così fece. Nella sua agenda rossa annotava minuziosamente tutto. Un “diario prezioso” sparito dalla sua 24 ore pochi minuti dopo la strage. (fonte Rai news)

(foto da: Wikipedia)

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

banner_papera_220x180

Leggi anche

Capaccio. Beni confiscati Licinella: Comune chiede dissequestro

Capaccio Paestum. L’amministrazione del sindaco Franco Alfieri chiede il dissequestro degli immobili di proprietà del Comune, confis

Capaccio. Polizia locale scopre maxi piantagione cannabis:oltre 3000 piante

Capaccio Paestum. Maxi operazione antidroga, in località Cerro in via Feudo La Pila, portata a segno dal personale della polizia [&hel

Campania, 341 nuovi positivi al Covid-19

Campania. Pubblicato il bollettino ordinario dell’Unità di crisi della Regione Campania. Stando ai dati aggiornati alle 23.59 di

vocedistrada

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2