[VIDEO] Elezioni Albanella, Bagini: “Puntiamo su servizi, trasparenza e progettazione” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Albanella. “Una scelta dettata dalla necessità di dare senso di continuità non solo all’esperienza di cinque anni, ma anche al nostro lavoro di opposizione”. Motiva in questo modo Enzo Bagini, attuale componente della minoranza consiliare, la decisione di scendere nuovamente in campo e candidarsi a sindaco di Albanella con la lista civica “Un paese per tutti”.

In un’intervista rilasciata alla nostra emittente web, Bagini parla dell’esperienza politica degli ultimi cinque anni e dei progetti per il futuro. “Abbiamo voluto dare forza alla nostra proposta – spiega – coinvolgendo amici, personalità e gruppi che inizialmente avevano un diverso schieramento. Pensiamo che la vera politica cerchi di includere, di abbattere barriere e fare da sintesi e costruzione. Le priorità per il territorio di Albanella sono quelle dei piccoli centri dei nostri territori. Sicuramente abbiamo un problema di trasparenza amministrativa, di mancata condivisione delle decisioni. Ma c’è anche un’assoluta carenza di servizi, si è data attenzione a una concezione sovrastrutturale della politica, dimenticando le reali esigenze quotidiane della popolazione”.

Bagini parla degli obiettivi da mettere in campo: “La nostra esigenza primaria è offrire servizi alla popolazione e rendere il Comune un momento di incontro e coordinamento per i cittadini. Sicuramente, uno dei punti cardine sarà il lavoro. Il Comune non è da confondersi con un ufficio di collocamento, ma può svolgere politiche attive nell’ambito del lavoro, per esempio con il servizio civile. Questo ci permetterebbe di offrire un primo approccio al mondo del lavoro per tanti giovani, ma anche all’ente di venire incontro alle esigenze dei cittadini garantendo piccoli servizi. Ci occuperemo anche della protezione civile: abbiamo finalmente un nucleo di volontari, ma poi ci dimentichiamo di dotare di strumentazione il nucleo, spendendo invece oltre mille euro per pagare l’affitto della sede”.

Il candidato alla carica di primo cittadino di Albanella conclude: “Il nostro territorio ha perso una grande opportunità, frutto di una cattiva gestione della programmazione politica del paese. Si è persa la capacità di programmare e progettare. L’attuale amministrazione ha avuto una grande fortuna, è partita con progetti già avviati e finanziati. Dovevano solo continuare su quella strada, ma abbiamo invece avuto una carenza assoluta di capacità. Un esempio su tutti è la mancata partecipazione al bando per il Fondo di rotazione, che avrebbe permesso almeno di coprire i costi per la progettazione di interventi. E’ mancata la capacità di avere una visione del nostro paese da qui a quindici anni“.

 

 

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

banner_papera_220x180

Leggi anche

Pontecagnano. Scivola e sbatte con la testa: 21enne in ospedale

Pontecagnano Faiano. Scivola e sbatte con la testa a terra. Un ragazzo di 21 anni finisce in ospedale in prognosi […]

Capaccio. Forum dei giovani: ecco nuovo direttivo

Il Forum dei Giovani di Capaccio Paestum prende il via. Lunedì 20 Settembre alle ore 18.30 presso la rinnovata Biblioteca […]

Castellabate. Tragedia morte 15enne, l’appello del padre di Tommy

Castellabate. “Non so se i soccorsi fossero stati più celeri cosa sarebbe potuto cambiare per mio figlio: forse tutto, o [&helli

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2