Controlli anti Covid salernitano, ancora sanzioni e negozi chiusi Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Salerno. Nell’azione di prevenzione e contrasto alla diffusione del Coronavirus è continua l’attività delle forze dell’ordine sul territorio provinciale. Le verifiche effettuate hanno  riscontrato la contestazioni di numerose sanzioni bei confronti di molte persone che, nonostante la zona rossa, hanno tenuto comportamenti in violazione delle normative, mettendo così in pericolo l’altrui sicurezza ed anche la propria. La fattiva collaborazione intercorsa tra la forze di polizia a competenza nazionale, ha consentito,  con il contributo operativo  fondamentale delle polizie municipali e locali, della polizia provinciale e dell’Esercito Italiano, di dare piena attuazione all’ordinanza predisposta del Questore della Provincia di Salerno che, d’intesa con i comandanti provinciali dell’Arma carabinieri e della guardia di finanza, ha elaborato un articolato piano d’intervento finalizzato ala prevenzione del rischio dei comportamenti pericolosi e contrari alla normativa vigente. I mirati servizi effettuati, in particolare, nei luoghi ove maggiore è il rischio di possibili assembramenti sono stati finalizzati al rispetto delle prescrizioni stabilite dai protocolli nazionali e dalle ordinanze regionali e comunali anti contagio, con  i seguenti risultati conseguiti: 7714 persone controllate; 4488 veicoli controllati; 2431 esercizi pubblici controllati; 245 persone sanzionate per mancato uso della mascherina o perché fuori dal comune di residenza senza giustificato motivo; 2 persone sanzionate penalmente per violazione all’art.2 co.3 d.l.33/2020, per inosservanza al divieto di mobilità dalla propria abitazione, in quanto soggetti sottoposti alla quarantena; 27 titolari di esercizi commerciali sanzionati per mancato rispetto delle normative anticovid; 4 attività o esercizi  chiusi, ex artt. 2 e 4 .l. 35/2020

In particolare, in questo fine settimana, a Salerno i gestori di sei esercizi di vicinato (tre nel centro storico, due in via Trento ed un altro in zona Torrione), sono stati sanzionati perché hanno continuato l’attività di distribuzione di bevande e alimenti self service oltre l’orario stabilito, in violazione all’ordinanza sindacale che dispone la chiusura alle h. 18,00. Inoltre, a carico di alcuni di essi, è stata altresì contestata la violazione per la mancata esposizioni dei cartelli informativi legati all’emergenza Covid e dei prescritti prodotti igienizzanti. A Pontecagnano il gestore di un noto ristorante è stato sanzionato per attività di consumazione non autorizzata, con l’accessoria sanzione della chiusura.   A Battipaglia è stato sanzionato, con la contestuale chiusura, un circolo ricreativo perché consentiva la consumazione di cibo ad alcuni avventori, assembrati all’interno, anch’essi sanzionati, e tra l’altro sprovvisti dei dispositivi di protezione individuale.

L’attività delle forze dell’ordine non può prescindere, però, dall’impegno di ogni cittadino ad evitare comportamenti contrari alle norme vigenti quali il mancato o non corretto uso delle mascherine, assembrarsi nei pressi degli esercizi commerciali e in strada ed uscire dalla propria abitazione senza valido motivo. Alla luce di quanto emerso in merito alla nota diffusione delle varianti del virus Covid, anche con l’abbassamento dell’età media dei contagiati, si confida in un rinnovato senso civico e in un’elevata responsabilità della collettività della provincia salernitana, al fine di poter diminuire i pericoli derivanti dalla pandemia in atto. Per la prossima settimana, sono stati programmati ulteriori servizi in modo da garantire il rispetto delle misure di contenimento previste dalla normativa vigente.

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

banner_papera_220x180

Leggi anche

Eboli. Ancora una rapina alla farmacia comunale: la terza in poco tempo

Eboli. La farmacia in via Bachelet ancora nel mirino dei malviventi. In poco tempo sono state portate a segno tre […]

Primo caso Omicron in Campania: tutti i familiari positivi al virus

Napoli.  Variante africana Omicron: primo caso in Regione Campania. Un professionista di ritorno dal Mozambico è rimasto contagiato.

Pietro D’Angiolillo, è il presidente Associazione Comuni del Cilento centrale

Il sindaco del comune di Ascea, Pietro D’Angiolillo, è stato eletto presidente dell’Associazione dei Comuni del Cilento ce

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2