Battipaglia, vertenza Treofan: Comune al fianco dei lavoratori Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Battipaglia. “Preoccupazione per quanto sta accadendo all’interno dello stabilimento battipagliese della Treofan Italy a seguito della cessione della stessa alla BC Jndal Group e netta contrarietà in ordine alla dismissione e alla marginalizzazione produttiva che potrebbe tradursi anche in processi espulsivi della forza lavoro, peraltro altamente specializzata, con le inevitabili ricadute sull’economia locale”. La giunta comunale, capeggiata dal sindaco Cecilia Francese, si è espressa così in merito alla vicenda della Treofan, prendendo le parti dei tantissimi lavoratori impegnati in una dura battaglia a tutela del proprio diritto di lavoro. Il sindaco Francese ha assunto il compito di seguire la vicenda in stretta relazione con i lavoratori dello stabilimento e le organizzazioni sindacali, concordando con essi forme di lotta a tutela dell’occupazione e della dignità e qualità della vita. Francese chiederà anche, in accordo con le organizzazioni sindacali, l’istituzione di tavoli di trattativa a livello provinciale e nazionale presso il competente Ministero, riferendo a consiglio comunale in una apposita seduta monotematica. La Treofan, leader mondiale nel suo settore e fiore all’occhiello della realtà produttiva battipagliese, ha partecipato al Pon 2007-2013 per la ricerca industriale di materiali innovativi, ottenendo contributi pubblici e assumendosi i relativi e conseguenziali impegni. Il sito di Battipaglia ha anche partecipato all’accordo di sviluppo Co.Re.Pak con altre aziende locali, finalizzato ad investimenti industriali e di ricerca con progetto in attesa di attuazione. Le notizie pervenute al Comune farebbero risalire la vendita allo scorso 24 ottobre, con una improvvisa accelerazione dell’operazione, piuttosto che lo sperato e atteso rilancio aziendale. “E’ stato avviato il blocco parziale dello scarico delle cisterne contenenti la materia prima – si legge nel documento del Comune di Battipaglia –  fermate le linee di estrusione per il blocco della fornitura di materia prima da parte della capofila, senza indicazione neanche presunta di una data di ripresa. Grazie al tempestivo intervento del Rsu aziendale, infine, è stato bloccato il trasferimento del prodotto finito allo stabilimento tedesco di Neunkirchen. Questa situazione di totale incertezza in cui versa attualmente lo stabilimento di Battipaglia genera notevoli preoccupazioni sul futuro, anche immediato, del sito e dei suoi dipendenti e potrebbe sfociare nella completa estromissione dello stabilimento di Battipaglia dal ciclo di produzione, determinando nefaste conseguenze in termini di occupazione e ricadute negative di carattere sociale, dato che l’azienda in parola, fra occupazione diretta e indotto, offre lavoro a centinaia di persone altamente specializzate”.

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

banner_papera_220x180

Leggi anche

Avverte un malore e muore nel parco a Capaccio Scalo

Avverte un malore e muore in prossimità del parco pubblico  a Capaccio Scalo, dove insiste anche l’edificio che ospita le [&hel

Salerno. Danze e assembramenti: sanzione e locale a rischio chiusura

Salerno. Danze e assembramenti: sanzione e locale a rischio chiusura. Un altro locale di Salerno  infatti, è stato individuato quale

A Felitto il postino non bussa nemmeno una volta: posta non recapitata

Felitto. Cittadini esasperati per il mancato recapito della corrispondenza. Annunciano di intraprendere azioni legali, laddove, la prob

vocedistrada

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2