APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Primo Piano

Stampa

 CAMPANIA REGIONALI: I CANDIDATI IN CORSA 

 

Rolando Scotillo candidato al Consiglio regionale (Caldoro presidente) Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

ROLANDO SCOTILLO COPERTINA

Scotillo Rolando è una  persona fortemente impegnata nel sociale, formatore riconosciuto dal Ministero della Salute nel mondo della sanità, ricopre l’incarico di Presidente nazionale della FISI (Federazione Sindacale della sanità) fin dal 2011 e riveste anche l’incarico di segretario nazionale della Federazione FSI – USAE

BIOGRAFIA 

Rolando Scotillo nasce ad Eboli il 20 giugno del 1964, sin da giovane è impegnato socialmente nell’area politica del centro destra e ricopre più volte l’incarico di Rappresentante di Istituto per gli studenti nel Liceo Scientifico “A. Gallotta” di Eboli,  dove consegue a pieni voti la maturità scientifica il 15 settembre 1983.

Nel 1989 consegue il diploma di professionista sanitario e tutte le specializzazioni previste per legge fino al conseguimento del master di I° livello per le funzioni di Coordinamento per le Professioni Sanitarie all’Università Sapienza di Roma con 110 e lode.

Responsabile dell’Ufficio Gestione e sviluppo turnistica del personale ASL Salerno, Presidio Ospedaliero di Oliveto Citra (SA) (Italia) Dal 14/03/2011 al 08/08/2011.

Componente dello staff sanitario Direzione Generale Aziendale Asl Salerno per le attività relative alla ricognizione e riqualificazione delle strutture ospedaliere (aprile 2011 – luglio 2012). Ha predisposto un modello ospedaliero tipo HUB & SPOKE per la Asl Salerno basato sul Decreto Balduzzi, da cui si differenziava per la previsione di 2 livelli di intensità di assistenza ospedaliera in luogo di 3 livelli. Ha rilevato i carichi di lavoro del personale di Comparto ed ha predisposto un sistema turnistico innovativo basato sull’unità invece che sulla coppia con metodo matematico a scalare. Ha individuato attraverso un algoritmo di calcolo i costi del personale raggiungendo l’obiettivo di comporre un sistema per il calcolo del costo standard del personale sia previsionale che a consuntivo, primo e – finora – unico sistema in Italia.

Responsabile Unico della formazione in Educazione Continua in Medicina del Circolo culturale FE. NA. PI. SELE – DIANO – CILENTO DAL 2004 al 31.12. 2009 . Ha progettato e curato l’accreditamento istituzionale presso il Ministero della Sanità di decine di corsi diretti all’addestramento delle professioni sanitarie e del personale Medico.

E’ Responsabile della formazione in educazione continua in medicina fin dal 2011 della FISI SERVIZI SRL Provider di formazione ECM riconosciuto dal Ministero della Salute con n 3247. Ha progettato e curato l’accreditamento istituzionale presso il Ministero della salute dei corsi ECM in modalità FAD e RES

PROGRAMMA POLITICO

Nel programma politico vi è la revisione della sanità pubblica ed accreditata della provincia di Salerno e la salvaguardia occupazionale nel mondo del lavoro implementando nuove forme di Imprenditoria.

 SANITA’

Riordino della sanità campana con la metodologia dei L.E.P.T. (livelli essenziali di prestazione territoriali) per Distretto Sanitario e/o Ambito Sociale con l’obiettivo di portare nel medio termine all’azzeramento di tutte le liste di attesa per le prestazioni sanitarie;

Reti e percorsi di cura su più livelli di complessità per patologia – certificati – a collegarsi con un riordino dei livelli ospedalieri per complessità diagnostica ed assistenziale;

Nuovo piano di edilizia sanitaria, per la provincia di Salerno, con la costruzione di due nuovi Ospedali (Cava dei Tirreni ed Eboli);

Eliminazione di tutte le esternalizzazioni dei servizi che riguardano personale di pulizia e di ausiliariato o comunque denominati con internalizzazione del personale e percorso formativo adeguato per la eventuale progressione di carriera. Le esternalizzazioni dei servizi si sono dimostrate fonti di corruzione e di corruttele e, in genere, molto più costose;

Nuovo regime di accreditamento sanitario delle strutture convenzionate con il superamento definitivo della fase provvisoria con innovative modalità di partecipazione;

Costituzione di un organismo regionale di controllo contro lo straining lavorativo e per la valutazione del benessere organizzativo nelle aziende convenzionate a qualsiasi titolo con le ASL;

Previsione nella rete di emergenza e di urgenza del Presidio Ospedaliero di Agropoli che avrà anche un ulteriore indirizzo e vocazione di tipo oncologico;

Mantenimento del Presidio Ospedaliero di Roccadaspide con potenziamento delle attività sanitarie esistenti, tenuto conto che trattasi di una zona particolarmente disagiata con zone lontane più di un’ora dalle specialistiche del DEA di I° livello in cui attualmente insiste

Riorganizzazione dei Punti Nascita e delle Pediatrie Ospedaliere con l’implementazione delle possibilità di usufruire per le gestanti del parto domiciliare con presa in carico, sin dall’inizio della gestazione, di un pool multidisciplinare di valutazione ed orientamento al parto totalmente gratuita. È possibile implementare il numero di parti naturali non chiudendo le strutture e non ammassando gestanti ma, semplicemente, prevedendo negli Ospedali dove sono state chiuse dette attività sanitarie il parto naturale a gestione Ostetrica con Guardia Pediatrica sulle 24 ore

Valorizzazione delle professioni sanitarie, ignorati dalla Giunta Regionale a gestione De Luca, sia sotto l’aspetto economico che quello dell’evoluzione professionale e sul piano delle competenze. Tale aspetto verrà valutato insieme agli Ordini Professionali, nel rispetto del CCNL

MONDO DEL LAVORO ED IMPRENDITORIA

  1. F. Kennedy, grande politico e saggista americano e 35° Presidente degli Stati Uniti, aveva coniato un motto: “Non chiedere cosa può fare il mondo del lavoro per te ……ma chiediti cosa puoi fare tu per il mondo del lavoro!”

In un momento in cui vi è una grande sofferenza nel mondo del lavoro ed una forte crisi di liquidità bisogna pensare a forme innovative di investimento da collegare, poi, a fondi nazionali ed europei di sviluppo. In una Regione come la Campania dove, bellezze paesaggistiche e turistiche si associano ad una storia millenaria bisogna investire su attività che attraggano da tutta Europa flussi di turisti in cerca di arte, cultura e divertimento. In questa ottica si può pensare ad un “Consorzio” o a più “Consorzi” per Provincia di “investitori” con fondi creati da “quote” versate da piccoli investitori privati e piccoli e medi imprenditori che con fondi vincolati al singolo progetto in comunione di intenti decidano, perseguendo l’interesse del gruppo, grossi investimenti per la costituzione di grandi attività imprenditoriali contribuendo in maniera determinante all’occupazione giovanile.

A solo titolo di esempio si potrebbe ipotizzare parchi per divertimenti a tema da collocare sulla fascia costiera o nelle zone termali e basterebbe collegare 500 – 1.000 investitori, da ricercarsi nel mondo della piccola e media imprenditoria locale ma anche tra privati ed investitori stranieri, a progettualità e fondi nazionali ed europee per generare direttamente e attraverso l’indotto che si crea centinaia e centinaia di posti di lavoro.

 In questo contesto la Regione ha un forte potenziale, attraverso la progettazione di FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale destinato a contribuire alla correzione dei principali squilibri regionali esistenti nell’Unione europea) che non sempre in regione Campania è stata efficiente. Sburocratizzare le pratiche utilizzando anche la conferenza dei servizi autorizzatoria, nel caso di più autorizzazioni concorrenti tra Enti, e creare dei pool di specialisti che accompagnino investitori e imprese nella predisposizione delle domande ai bandi previsti con un orientamento shoulder to shoulder (spalla a spalla) nel sistema che li accompagni in tutte le incombenze. Questa è una sfida che può qualificare una intera regione e contribuire in maniera significativa a ridurre in maniera significativa la disoccupazione creando un circolo virtuoso che può attirare sempre di più investitori e liquidità portando benessere a tutti.

Agenda

Liste e candidati

E’ tempo di cambiare 

ora o mai più ! 

Cambiamo la sanità

Cambiamo la regione Campania.

Ora più che mai facciamo in modo che i cittadini siano al primo posto per una politica più vicina alle esigente della gente. 

Si può fare. Io ci credo fatelo anche voi e insieme potremmo vincere questa battaglia per una nuova  Regione che darà voce a tutti i cittadini…  

CREDIAMOCI INSIEME

Video

Galleria

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada