APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Napoli, tornano liberi 44 cardellini catturati illegalmente Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

cardellini

Oggi il WWF Italia, con le proprie guardie venatorie e zoofile insieme al personale della stazione dei Carabinieri Dante Iovino di Torre del Greco ( Na)  stanno colorando i cieli  della penisola sorrentina,  liberando e restituendo al cielo quello che i “ladri di natura” illegalmente avevano catturato con mezzi illegali. Si susseguono infatti in maniera incessante i controlli e gli accertamenti a tutela della fauna selvatica nell’ambito del Campo anti bracconaggio Nazionale del Wwf Italia che si sta svolgendo in questi giorni in Campania a tutela della avifauna in migrazione in questi periodi a contrasto delle attività illecite dei “Ladri di Natura” . Sempre più spesso la presenza dello Stato viene certificata sul territorio anche attraverso queste operazioni di Polizia, spesso riuscendo ad individuare uccellatori, bracconieri ed altre ‘distorsioni umane” che non esitano ad accecare i piccoli volatili per aumentarne le doti canore e il loro valore sul mercato grazie ad un delicato lavoro di intelligence svolto dai volontari del Wwf. Questa mattina alle prime luci dell’alba in località Leopardi  (Comune di Torre del Greco) si sono recati i Carabinieri e le guardie giurate del Wwf Italia che grazie ad una ispezione esterna dei locali e ad una successiva perquisizione domiciliare da parte dei Carabinieri del Comando di Torre del Greco, si è riusciti a sequestrare 44 cardellini il cui valore sul mercato illegale puo raggiungere anche migliaia di euro.
Un soggetto,  denunciato a piede libero, deteneva in un’officina e anche presso la propria abitazione,  uccelli particolarmente protetti,  catturati illegalmente, alcuni di essi, erano ancora imbragati con appositi accorgimenti per essere usati come zimbello,  la “firma certificata” che trattasi di esemplari utilizzati come richiamo vivente,  per attirare altri esemplari consimili con reti,  trappole a scatto, o gabbia-trappola.  “Carica di grandi emozioni la successiva liberazione dei coloratissimi uccelli canori in area protetta,  la stessa seppur solo parzialmente risarcisce lo sfregio arrecato all’ecosistema e alla natura e  permette a queste “piccole anime” di tornare a librarsi liberi nei cieli,  grazie alle Guardie Particolari Giurate del WWF Italia e all’ Arma dei Carabinieri, da sempre attenta e disponibili  a tutto campo al nostro fianco per la protezione del nostro ambiente. Ricordiamo che è in corso proprio in questi giorni la campagna di donazione del Wwf Italia tramite sms al 45590 per sostenere i campi antibracconaggio del Wwf Italia su tutto il territorio nazionale”, dichiara il delegato regionale del Wwf Italia Piernazario Antelmi.

WhatsApp Image 2018-05-11 at 12.16.41

modal gif

Webp.net-gifmaker (1)

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Box Idrostrade 1

botteghe autore

logo_bcc_buccinocomunicilentani_logobordo-02

Qua la zampa

gigi

Famiglia amorevole per Gigio

Gigio 1 anno e 3 mesi bello, simpatico e giocherellone! Trascorre la sua giornata in un recinto. Non c’è nessuno […]

Roma, 16 ott. (askanews) - Stessi sintomi e stesse malattie. E così anche per i cani è boom di allergie proprio come accade per l’uomo. Se Fido si gratta con insistenza, si mordicchia il pelo, scuote la testa o si strofina, quasi per certo soffre di prurito: un disturbo che colpisce moltissimi animali e per lo più riconducibile allo sviluppo di allergie, sempre più frequenti anche per gli amici a quattro zampe, soprattutto se vivono in città. 

Colpa della vita in appartamento: proprio come gli uomini, i cani che vivono in città sono più allergici di quelli di campagna. L’acaro della polvere di casa in giardino non si incontra, e il riscaldamento invernale permette alle pulci di sopravvivere in casa. Anche l’eccessiva pulizia fa sì che, come nei bambini, il sistema immunitario del cane non sia esposto a batteri e non sviluppi una buona resistenza alle allergie.
 In soccorso di animali e padroni arriva però PruritoMetro, una nuova app dedicata agli amici pelosi in grado di monitorare e misurare il prurito in modo esatto e inviare i valori registrati al veterinario di fiducia, in modo da studiare la cura più efficace o correggere in corsa la terapia. 

“Il prurito dal punto di vista dermatologico è diffusissimo - spiega Chiara Noli, medico veterinario, specialista europea in dermatologia veterinaria - circa il 30% dei cani ha problemi dermatologici e tra questi il 70-80% soffre di pruriti e allergie. Per lo più si tratta di allergia alle pulci, allergia alimentare o all’ambiente esterno, quindi ai pollini o agli acari della polvere di casa. Il problema è che i cani che sviluppano allergie non guariscono più, per cui è importante trovare una strategia per permettere a cane e padrone di conviverci conservando una buona qualità della vita”. 

PruritoMetro, la app ideata e sviluppata da Innovet, già disponibile gratuitamente sugli store di Apple e Google, consente di misurare il livello di prurito del cane e di scoprirne i diversi sintomi. Permette inoltre di conservare nel tempo le misurazioni e di inviarle al veterinario. “Il prurito ha un grosso impatto sulla qualità della vita del cane e delle persone - spiega l’esperta - i cani che presentano prurito si grattano, si procurano ferite, le lesioni possono emanare cattivo odore, per questo è importante monitorare i livelli del prurito nel corso della terapia. E’ utile anche per il veterinario, che può valutare l’andamento della terapia ed eventualmente modificarla nel tempo, in base alle necessità del singolo animale”. 
 Infatti ogni situazione è a sé e si interviene in modo diverso, con vaccini o farmaci per bocca o per iniezione che attenuano temporaneamente il prurito. Il trattamento deve essere però continuo, sono terapie per tutta la vita”.

Boom allergie, arriva App anti-prurito per Fido

Stessi sintomi e stesse malattie. E così anche per i cani è boom di allergie proprio come accade per l’uomo. […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

beauty banner

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada