Altavilla, tentate truffe del finto avvocato: il racconto di una vittima Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Altavilla Silentina.  Tentata truffa del finto avvocato nel comune altavillese:  diverse le segnalazioni, tutte relative alla giornata di venerdì.

“Un fantomatico avvocato – spiega Gerardo Lettieri – ha chiamato mio padre, dicendo che ero stato vittima di un incidente stradale e avevo investito una donna. E che, dal momento che avevo l’assicurazione scaduta da due mesi, avrebbe dovuto preparare 5.000 euro, poi qualcuno sarebbe passato a ritirare i soldi entro un quarto d’ora, per evitare di farmi arrestare. Ad allertarmi, dopo la telefonata, è stata mia moglie. Quando le ho assicurato che io ero al lavoro, ha allertato i carabinieri,  subito intervenuti. I truffatori probabilmente si sono insospettiti  alla fine non si sono presentati”.

Questo,  perpetrato ai danni della famiglia Lettieri,  è solo uno dei tanti tentativi di truffa, messi in atto probabilmente  dalla stessa banda di malviventi, nella sola giornata di ieri. Tante le telefonate ricevute, nel mirino soprattutto persone anziane, più facilmente impressionabili,  i truffatori fanno leva sull’affetto per i propri cari. Il modus operandi è sempre lo stesso: un finto avvocato, o finto rappresentante delle forze dell’ordine,  contatta la vittima a casa, fingendo un incidente stradale  o un evento che coinvolge un familiare prossimo, spesso un figlio o un nipote. Ad agire sono di norma più persone, gruppi organizzati con tecnologie in grado anche di clonare le linee telefoniche. Lo scopo è farsi consegnare ingenti somme di denaro, lasciando nella vittima un senso di sconforto per la notizia ricevuta e pochissimo tempo per decidere. Denaro, ma anche beni preziosi, come bracciali e collane d’oro. I truffatori accettano di tutto, poi vanno via in fretta, prima che la vittima scopra l’amara sorpresa. Un paio di mesi fa, un’anziana donna, sempre ad Altavilla Silentina, ha consegnato nelle mani di un truffatore ben 2.000 euro. Anche lei era stata convinta alla consegna dopo aver ricevuto una telefonata simile. L’invito delle forze dell’ordine è ovviamente quello ad accertarsi sempre dell’accaduto prima di consegnare eventuali somme di denaro. E soprattutto di denunciare, in modo da consentire ai carabinieri di intervenire tempestivamente e fare il possibile per individuare i responsabili di queste condotte illecite e truffaldine.

»

Leggi anche

Salerno. 89enne operata al “Ruggi” per una neoplasia all’utero

È stata dimessa il 2 luglio scorso, dall’ ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno, Anna Caputo, una donna di 89 anni, [&hellip

Castellabate. 3 colonie feline riconosciute: tutelati 60 gatti

Castellabate. Grazie ad una apposita delibera di Giunta le colonie feline presenti sull’intero territorio sono state riconosciute, re

Battipaglia. Oggi inaugurazione spazio di ascolto presso compagnia carabinieri

Battipaglia. Uno spazio dedicato all’ascolto  e all’accoglienza all’interno della caserma della locale compagnia dei

Webp.net-gifmaker