Capaccio. Servizio idrico, solleciti ai morosi per oltre 100.000 euro Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Continua azione del Comune contro evasione tasse

Il Comune di Capaccio Paestum prosegue l’attività di recupero crediti, per contrastare l’evasione delle tasse comunali. 

L’ufficio Tributi ed Entrate patrimoniali, diretto dal funzionario Antonio Rinaldi  ha, infatti, approvato due liste di carico dei contribuenti morosi, riguardanti l’utenza del servizio idrico integrato (fognatura, depurazione, idrico) per gli anni 2017 e 2018.

La lista dell’anno 2017 interessa 456 contribuenti, per un importo di 46.912,81 euro  (di cui  44.231,53 di canone e 2.681,28 di spese di notifica). La lista dell’anno 2018 riguarda invece 651 contribuenti, per un importo di 65.462,78 euro  (di cui  61.634,90 di canone e 3.827,88 di spese di notifica). Il totale complessivo da incassare per le due liste ammonta a 112.375,59 euro. 

Con apposita determina l’amministrazione comunale, diretta dal sindaco Franco Alfieri, ha reso esecutive le liste di carico, disponendo la prosecuzione dell’attività di recupero delle somme non introitate, attraverso la notificazione dei solleciti di pagamento ai contribuenti morosi. Per regolare i pagamenti è prevista un’unica fatturazione con scadenza 15 dicembre 2021. Il provvedimento rientra nell’ambito dell’azione intrapresa dall’ente comunale per il recupero e riscossione delle tasse evase che ha portato, ad oggi, un ingresso nelle casse comunali per diversi milioni di euro.

»

Leggi anche

Il Basket Bellizzi rinuncia iscrizione campionato stagione 2022/2023

Oggi è un giorno triste per il nostro club e per l’intera comunità di Bellizzi. Il Basket Bellizzi comunica ufficialmente […

Vietri, scuola ceramica: consegnati camici primi 15 studenti

300 ore in aula, 60 dedicata alle key competences e 240 invece di tirocinio nelle botteghe artigiane del territorio con […]

Eboli. Individuato un altro nido di tartaruga sulla spiaggia

Secondo nido di Caretta caretta sul litorale di Marina di Eboli, con i volontari di NaturArt, individuato dalla  socia Biancamaria [&h

Webp.net-gifmaker