Altavilla, allarme furti: ladri nelle case in pieno giorno Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Altavilla Silentina. Allarme furti sul territorio, con i residenti che vivono praticamente barricati nelle proprie abitazioni per la paura di incursioni. I ladri non si fanno scrupoli e agiscono anche in pieno giorno. “La sicurezza di questo paese – afferma P.R. – è simile a quella libica. Rubano un giorno sì e l’altro pure, ma paradossalmente da due anni mai un nome, mai un sospetto. L’unico inseguimento nelle nostre zone è stato fatto quando è stato girato il film. Questa situazione è paradossale e a tratti grottesca, le vele di Scampia sono più sicure rispetto alle nostre abitazioni”. Le zone più colpite sono Scalareta, Riglio, San Pietro e Cassile. “La notte – racconta A.D.V. – non abbiamo più pace, non si dorme più e si sta sempre in allerta. Tralasciando le forze dell’ordine, che da noi da questi giorni hanno fatto quello che potevano. E’ proprio la giustizia che non ci tutela: il guaio lo passa chi cerca di difendere la proprietà privata”. Di notte, ma anche in pieno giorno, i ladri valicano la soglia di portoni e garage, portando via tutto quello che riescono a recuperare e facendo soprattutto danni. “A casa mia – aggiunge A.U. – non si dorme più. Hanno girato tutta la zona di San Pietro e Scalareta e sono passati anche per casa mia. Fortunatamente siamo riusciti a farli scappare, ma sono giorni che gironzolano nei terreni circostanti e si nascondono nelle case abbandonate. Hanno preso di mira la zona e non la lasciano più. Ogni giorno facciamo il giro del giardino e dei terreni almeno una ventina di volte e, quando i miei vanno a lavorare, ho paura di restare sola a casa”. E c’è anche il racconto di chi non è riuscito a scacciare i malviventi. “Abito a Quercioni e qualche settimana fa  – dice S.C. – si sono portati via tutto quello che potevano e, in più, hanno avvelenato i miei due cani. Abbiamo denunciato e consegnato il video delle telecamere alle forze dell’ordine. Uno dei due ladri ha fatto anche il dito medio alla telecamere. Non è assolutamente accettabile – conclude – che si debba vivere barricati in casa o facendo le ronde sul territorio”. L’appello è di aumentare i controlli delle forze dell’ordine sul territorio e la sicurezza dei residenti, che ormai vivono nella paura costante di vedere entrare in casa propria sconosciuti, potenzialmente armati, pronti a tutto per racimolare qualcosa.

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

banner_papera_220x180

Leggi anche

Montesano sulla Marcellana. Trovato carbonizzato nella sua abitazione

 Un 65enne è stato trovato carbonizzato nella sua abitazione a Montesano sulla Marcellana nella frazione Scalo.  Da alcuni giorni no

Cava, telecamere mobili per dire basta all’abbandono di rifiuti

Cava de’Tirreni. L’amministrazione Servalli, su iniziativa dell’assessorato alla polizia locale, ha attivato sul terr

Castel S.Lorenzo, avvisi a tappeto per Tari 2016. Scorza: “Manca rendicontazione”

Castel San Lorenzo. Ammonta a circa 37.000 euro la somma relativa alla Tari 2016 che il Comune di Castel San […]

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2