Altavilla, allarme furti: ladri nelle case in pieno giorno Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Altavilla Silentina. Allarme furti sul territorio, con i residenti che vivono praticamente barricati nelle proprie abitazioni per la paura di incursioni. I ladri non si fanno scrupoli e agiscono anche in pieno giorno. “La sicurezza di questo paese – afferma P.R. – è simile a quella libica. Rubano un giorno sì e l’altro pure, ma paradossalmente da due anni mai un nome, mai un sospetto. L’unico inseguimento nelle nostre zone è stato fatto quando è stato girato il film. Questa situazione è paradossale e a tratti grottesca, le vele di Scampia sono più sicure rispetto alle nostre abitazioni”. Le zone più colpite sono Scalareta, Riglio, San Pietro e Cassile. “La notte – racconta A.D.V. – non abbiamo più pace, non si dorme più e si sta sempre in allerta. Tralasciando le forze dell’ordine, che da noi da questi giorni hanno fatto quello che potevano. E’ proprio la giustizia che non ci tutela: il guaio lo passa chi cerca di difendere la proprietà privata”. Di notte, ma anche in pieno giorno, i ladri valicano la soglia di portoni e garage, portando via tutto quello che riescono a recuperare e facendo soprattutto danni. “A casa mia – aggiunge A.U. – non si dorme più. Hanno girato tutta la zona di San Pietro e Scalareta e sono passati anche per casa mia. Fortunatamente siamo riusciti a farli scappare, ma sono giorni che gironzolano nei terreni circostanti e si nascondono nelle case abbandonate. Hanno preso di mira la zona e non la lasciano più. Ogni giorno facciamo il giro del giardino e dei terreni almeno una ventina di volte e, quando i miei vanno a lavorare, ho paura di restare sola a casa”. E c’è anche il racconto di chi non è riuscito a scacciare i malviventi. “Abito a Quercioni e qualche settimana fa  – dice S.C. – si sono portati via tutto quello che potevano e, in più, hanno avvelenato i miei due cani. Abbiamo denunciato e consegnato il video delle telecamere alle forze dell’ordine. Uno dei due ladri ha fatto anche il dito medio alla telecamere. Non è assolutamente accettabile – conclude – che si debba vivere barricati in casa o facendo le ronde sul territorio”. L’appello è di aumentare i controlli delle forze dell’ordine sul territorio e la sicurezza dei residenti, che ormai vivono nella paura costante di vedere entrare in casa propria sconosciuti, potenzialmente armati, pronti a tutto per racimolare qualcosa.

»

Leggi anche

Albanella. “Nostra madre non è morta”, così il figlio di Sara Scorziello

Albanella. Circola da qualche ora in paese la voce che Sara Scorziello 43 anni, vittima sabato  di un incidente con […]

Tramonti. Frana: terminati lavori Sp 2 sul Valico di Chiunzi

La Provincia di Salerno ha completato i lavori di messa in sicurezza della SP 2 in territorio comunale di Tramonti, […]

A Celle di Bulgheria lezioni di felicità in piazza per combattere bullismo

 Lezioni di felicità in piazza per combattere il bullismo. È l’iniziativa del Comune di Celle di Bulgheria, organizzata in sinergi

Webp.net-gifmaker