Agropoli, scuola “Mozzillo” sarà commissariato: ma dirigente e Consiglio circolo dicono no Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Agropoli. Sopralluogo per il cambio di destinazione d’uso della scuola “Mozzillo”, che dovrebbe ospitare la sede del nuovo commissariato di Polizia. Ma la dirigente scolastica, Anna Vassallo, e il Consiglio di circolo non ci stanno.

“In data 14 marzo – si legge in uno stralcio della delibera di consiglio datata lo stesso giorno – la dirigente veniva informata telefonicamente dalla docente responsabile presso il plesso “Mozzillo” della presenza all’interno dei locali scolastici del sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, e di otto accompagnatori che ispezionavano gli ambienti”. Il primo cittadino agropolese, raggiunto telefonicamente dalla dirigente scolastica per avere informazioni, ha comunicato che “le operazioni erano propedeutiche all’individuazione di una sede per un commissariato di polizia e che gli interessati stavano procedendo a prendere visione di diversi edifici sul territorio di proprietà dell’ente”.

Solo nel pomeriggio e a mezzo stampa, il sindaco dichiarava: “Abbiamo effettuato stamane i sopralluoghi presso il sito scelto quale potenziale sede e ho dato piena disponibilità a compiere le eventuali modifiche utili a rendere funzionali i locali per il commissariato” facendo esplicito riferimento all’edificio scolastico in questione. “Il dirigente – si legge nello stralcio di delibera – comunica il suo dissenso, dal momento che: nessuna comunicazione è stata preventivamente inoltrata dall’ente locale all’istituzione scolastica per essere sottoposta al parere legittimo del Consiglio di circolo; il plesso in questione è in pieno esercizio e per il prossimo anno scolastico è stata inoltrata la richiesta per l’attivazione di tre sezioni e relativo organico di personale; il plesso rientra nella progettualità triennale della scuola, come da Ptof 2019/2022 adottato dagli organi collegiali; negli anni, sono stati realizzati molteplici interventi finalizzati a rendere sempre più qualificato il plesso per l’accoglienza e la formazione dell’infanzia, quali la realizzazione del giardino didattico in cui  è attivo il progetto “Un orto a misura di bambino”, l’allestimento di un’area giochi, di una cucina per la preparazione di pasti differenziati, l’ampliamento dei refettori, il cablaggio, la dotazione tecnologica con finanziamento PonFesr; nell’anno scolastico 2017/2018 il Comune ha utilizzato due aule del plesso per la realizzazione di un nido comunale, con ulteriori interventi di riqualificazione destinati alla prima infanzia”.

Secondo dirigente e consiglio, inoltre, “il provvedimento del sindaco e dell’amministrazione comunale si configurerebbe come un atto unilaterale per il cambio di destinazione d’uso dell’edificio, che di fatto equivarrebbe a una sua soppressione e, di conseguenza, all’annullamento di tutti gli interventi migliorativi realizzati nel tempo con importante dispendio di risorse economiche. Per norma, la soppressione di un plesso scolastico facente parte di una istituzione scolastica che è pubblica amministrazione dotata di una sua autonomia giuridica è di competenza della Regione e non del Comune, che può solo presentare proposte motivate e condivise con le istituzioni scolastiche in primis”. La dirigente ha annunciato la richiesta di immediati chiarimenti all’ente comunale. Il Consiglio ha infine deliberato all’unanimità “che la scuola accoglierà la proposta dell’ente locale di trasformazione del plesso Mozzillo in un commissariato se il Comune provvederà a consegnare al Primo Circolo Didattico una nuova sede per gli alunni che attualmente frequentano la scuola dell’infanzia, che abbia le medesime caratteristiche di quella che si intende sopprimere”.

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

banner_papera_220x180

Leggi anche

Vallo di Diano. Gdf sequestra 15 tonnellate di “nocciolino” non a norma

Prosegue incessante l’attività della Guardia di Finanza per il contrasto della commercializzazione di prodotti non a norma. Nei gior

Capaccio. Rapina lungomare: arrestati uno straniero e un italiano

Capaccio Paestum. In manette gli autori della rapina ai danni di due donne, avvenuta nella mattinata di ieri sul lungomare.  Si [&hel

Ottati, positivo al Covid il sindaco Elio Guadagno

Ottati. Positivo al Covid-19 anche il sindaco Elio Guadagno. Ad annunciarlo è lo stesso primo cittadino: “Tanto tuonò che piovv

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2