Angri, 30enne ucciso e carbonizzato: arrestato il fratello Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Angri. I carabinieri hanno fermato a Sant’ Antonio Abate il presunto responsabile dell’omicidio del 33enne di Angri, Domenico Martone, il cui cadavere fu trovato carbonizzato ed ancora avvolto dalle fiamme il 30 marzo scorso nelle campagne di Lettere, in provincia di Napoli. Si tratta del fratello maggiore di 36 anni, indiziato di omicidio aggravato dalla premeditazione per motivi abietti.

L’identità del cadavere era stata accertata dai carabinieri che avevano trovato, a poche decine di metri, l’auto della vittima con all’interno il suo green pass. Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza i carabinieri sono risaliti al 36enne che avrebbe aggredito e tramortito il fratello, prima di dargli fuoco, per incassare una polizza sulla vita che lui stesso, poco più di un anno fa, aveva indotto il fratello a stipulare. Il 36enne è stato trasferito nel carcere di Poggioreale, a Napoli. (fonte Radio Alfa)

»

Leggi anche

Albanella. Incidente in scooter: 43enne operata, è grave trasferita al Cardarelli

Albanella. E’ stato necessario un trasferimento di urgenza  al “Cardarelli” di Napoli  per Sara S. 43enne vittima i

Campagna, finanziati due progetti di innovazione digitale

Campagna. La Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per la trasformazione digitale) ha finanziato i primi due progetti di

[VIDEO] Altavilla. Emergenza cinghiali: devastata piantagione di mais

Altavilla Silentina. Il territorio comunale da tempo ostaggio di branchi di cinghiali, che raggiungono le coltivazioni lasciando, al lo

Webp.net-gifmaker