APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Vallo, muore per infarto, Nursind: “Turni meno massacranti in ospedale” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

biagio tomasco

Vallo della Lucania. Riceviamo e publichiamo la nota stampa a firma del segretario della Nursind, Biagio Tomasco.

“Stamattina abbiamo avuto la perdita di un lavoratore, un collega, un caro amico, ma soprattutto un uomo che aveva la responsabilità di accudire la sua famiglia.
Lo hanno trovato morto dopo l’ennesimo turno di lavoro, sul divano di casa, non ha avuto nemmeno la forza e il tempo di andare a riposare nel suo letto.
Tutto questo è umanamente inaccettabile e grida vendetta al cielo !!!!
Non voglio fare polemiche sterili o pretestuose ma elencare un fatto: nell’ultimo mese nell’ospedale di Vallo della Lucania, ospedale dove lavorava il nostro amico, si sono verificati 5, dico 5, casi d’infarto che purtroppo sono culminati nell’episodio si oggi.
Cosa è stato fatto e cosa si vuol fare per capire cosa stia succedendo?
Bene, ora ve lo diciamo noi cosa sta accadendo:

  •   Organici non adeguati al volume di prestazioni che vengono erogati,
  •   Continuo ricorso al lavoro straordinario, finanche programmato, cosa espressamente vietata dallenorme vigenti;
  •   Continuo violare delle disposizioni impartite dal D.Lgs. 161/2014, ovvero le 11 ore di riposo garantitotra un turno e l’altro;
  •   Continuo ricorso ad ordini di servizio da parte di dirigenti che pensano unicamente a tappare buchi e non ad organizzare il lavoro; 

 Continuo ricorso al posto letto aggiunto o posto barella, senza che gli organici vengano dimensionati alla bisogna;

 Mancata rilevazione dello stress da lavoro correlato su tutto il territorio aziendale come da disposizioni di Legge.

Magari a qualcuno tutto questo sembrerà irrilevante, ebbene a quel qualcuno diciamo di venire a vedere, a toccare con mano lo stato in cui versa l’assistenza sanitaria, che certamente non è nemmeno lontanamente parente di quella sanità svedese che qualcuno ama tanto sbandierare.

Intanto chi muore, è chi lavora !!!

Pertanto, in forza di quanto suesposto, siamo a richiederVi, ognuno per le proprie competenze:

  •   L’elenco del personale in servizio al 31.12.2018 suddiviso per ruolo, categoria e livello avendo cura di garantirne la privacy ai sensi delle norme vigenti;
  •   I volumi di attività di lavoro straordinario erogati per singolo macrocentro e U.O.;
  •   Riscontri sul mancato godimento delle 11 ore di riposo consecutivo previsto dalla 161/2014;
  •   Riscontro su tutti gli ordini di servizio emessi nei vari macrocentri ed aderenza alle caratteristiche diemergenza;
  •   Riscontro sugli accessi dei singoli PS e contestuali ricoveri effettuati in sovrannumero nelle varieUU.OO. e motivazione della mancata attivazione dello STI in caso di sovraffollamento;
  •   Elenco di tutto il personale funzionalmente impiegato in funzioni o mansioni non proprie del profiloprofessionale di appartenenza;
  •   Riscontro sulla valutazione dello stress da lavoro correlato effettuato negli ultimi 10 anni, e riscontrodelle riunioni periodiche previste dall’art. 35 del TU 81/2008 e s.m.i.;
  •   Riscontro del Documento di Valutazione del Rischio Aziendale.Vogliamo ricordare che per la valutazione del rischio da stress lavoro correlato, la Commissione Consultiva Permanente si era espressa, attraverso la circolare del 18 Novembre 2010, in merito alle tempistiche da rispettare, imponendo tra gli altri, l’obbligo per i datori di lavoro di ripetere la valutazione con una frequenza non inferiore ai tre anni, salvo che gli esisti delle valutazioni pregresse non indichino situazioni di disagio che inducano ad adottare provvedimenti più restrittivi e tempistiche più ravvicinate.

    Vogliamo sapere, e con immediatezza, se tanto sia stato rispettato. Lo dovete al nostro collega che non c’è più!!

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Sanità

rolando scotillo

Sanità privata accreditata, Fisi Usae:”Accordo illegittimo faremo esposto”

” Si rischia una confusione contrattuale a danno di tutti i dipendenti che, di media dalla categoria A ad E2, […]

michele cataneo raccolta fondi

Roccadaspide. Protesta Cataneo, Fisi:”E’ stato flash mob per disservizio”

Roccadaspide. Sulla vicenda che ha visto protagonista Michele Cataneo, dipendente dell’ospedale di Roccadaspide che ha sollevato la problematica relativa alle […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada