APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Ospedale Agropoli, Malandrino:”Strappato ai cittadini, tempo di chiarezza” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

emilio malandrino

Agropoli. Questione ospedale: sulla vicenda interviene Emilio Malandrino, commissario cittadino di Forza Italia.

“Ma veramente – dichiara Malandrino  – si può immaginare che il popolo di Agropoli e dei territori vicini siano un branco di deficienti, ignoranti e dementi da non capire cosa sta succedendo da quattro anni a questa parte e, cioè, da quando furtivamente e senza esclusione di colpe per nessuno il nostro ospedale è stato letteralemente strappato alla nostra comunità, alle nostre vite e alla nostra salute? Tralasciando i proclami dell’immediata post chiusura, sono due anni e mezzo (dalla campagna elettorale regionale del 2015 fino agli attuali giorni passando per l’ultima campagna elettorale della scorsa primavera 2017) che i nostri grandi amministratori continuano a prendere in giro tutti noi e perseverano a venderci fumo a riempirci di bugie, tralasciando e trascurando ogni e qualsiasi azione concreta ed ogni qualsiasi passo serio concreto ed efficace a favore di una reale riapertura di un vero ospedale.

Quando dal palco (maggio 2017) definii “imbroglioni politici Cric e Croc”, ossia il duo De Luca-Alfieri per aver, prima (campagna elettorale regionale 2015) e dopo (maggio 2017 campagna elettorale amministrative con la riapertura beffa di un “Pronto soccorso falso dell’Ospedale”), truffato i cittadini, non dicevo corbellerie anzi, mi limitavo a definirli con eleganza in quel modo. Oggi posso, convintamente, non solo confermarlo, ma sono obbligato a dire che sono oltre che pessimi imbonitori anche dei “falsi recidivi truffatori politici” perché continuano a giocare con la salute della gente di questo territorio ingannandoli in maniera subdola ma consapevole. Il nuovo piano ospedaliero, infatti, (documento di circa 150 pagine varato qualche giorno fa), continua a prendere in giro tutti noi e prevede la conferma di gran parte delle precedenti disposizioni. Il comprensorio del Cilento e Vallo di Diano sorride per la conferma dei servizi a Vallo della Lucania, Polla e Sapri, esulta per il mancato depotenziamento di Roccadaspide, ma piange per Agropoli; la cittadinanza viene nuovamente beffata: nessun miglioramento rispetto alla situazione attuale nonostante le promesse ed ora che il piano è stato approvato difficilmente qualcosa cambierà. Mentre ovunque aumentano o vengono mantenuti i posti letto e lo status- quo esistente, Agropoli resta quello che è: il nulla.

Ieri, 24 gennaio, a Salerno si è recitata l’ennesima sceneggiata che, a mio avviso, distrae un pò i nostri amministratori dall’impegno molto più importante “per loro” dal dedicarsi all’impulso di candidatura del loro leader ex sindaco di Agropoli Franco Alfieri (cosa sulla quale si sta concentrando una grande attività di amministratori di un intero territorio che sarebbe stata più auspicabile fosse stata perpetrata a favore dell’ospedale). Nell’incontro tra il direttore generale della Asl Giordano, Franco Alfieri, il sindaco Coppola ed alcuni consiglieri comunali unitamente ad una rappresentanza cittadina di Agropolesi, sono stati confermati questi step di previsione: ripristino delle tre sale operatorie presenti nell’ospedale di Agropoli, non assicurato entro questa primavera, ma questo certamente avverrà entro il mese di giugno 2018, per avviare gli interventi di piccola chirurgia (la famosa day-surgery che noi definimmo similare all’attività ambulatoriale “Villa Igea” del compianto dottor Isidoro Pacifico); previsione della disponibilità di un rianimatore, che sia operativo a tempo pieno ed ulteriori figure per il loro funzionamento. Nel frattempo, il laboratorio analisi e la radiologia diventeranno operativi h24, con personale dedicato (non dimenticando che a tutt’oggi sono a tempo limitato e quindi assolutamente inefficienti); l’arrivo di una Tac nuova, per la quale a breve partirà una gara dedicata, nonché il trasferimento di una Tac presente all’ospedale di Sarno; a lungo termine (forse nel 2028/203o) , il presidio ospedaliero “si specializzerà nella creazione della chirurgia della tiroide e/o della mammella”(????); la previsione del dg Giordano di non duplicare quanto già è attivo in altri presidi, ma caratterizzarsi su determinate specialità per garantire una esistenza a lungo termine, proprio dettata dall’unicità ( altra aria fritta per restare in tema di attualità).

La cosa che ci lascia esterrefatti è ancora una volta dover anziché raccogliere l’indignazione vera, la rabbia, l’idea di rivolta e di dissenso dei nostri amministratori, recepire la “soddisfazione” dei nostri” illuminati” politici in particolare il sindaco Adamo Coppola e Franco Alfieri, capo staff del governatore De Luca, per quanto emerso nell’incontro. “Abbiamo fatto una chiacchierata sincera, senza creare illusioni, anche perché sappiamo bene che con la salute non si scherza. Quanto prospettato per il nostro presidio ci sembra valido. Caratterizzarsi su determinate specialità significa non rischiare che domani possano, ancora una volta minare, il nostro diritto alla salute”, questo quanto dichiarato testualmente.

Credo sia giunto il momento della chiarezza. Agropoli è stanca di questi politici che pensano più alla carriera del singolo e meno alla speranza del Bene collettivo ed alla certezza della salute. Chissà se, da ora, il popolo comincia a prendere coscienza di aver fatto qualche errore nello scegliere chi ha delegato a difendere le proprie istanze. Prendano il coraggio fra le mani , questi politici di professione se tali sono, e pongano in essere, finalmente, azioni concrete che noi invece , dalla nostra parte politica, invochiamo da anni, a difesa di un vero ospedale. Solo così , forse , avranno il plauso di una comunità che, da troppi anni, subisce le ingiustizie e le prese in giro di politici da strapazzo. Intanto la gente continua a morire. Agropoli muore , nel corpo e nell’anima! Il tempo della pazienza è FINITO”.

modal gif

banner-trattoria-angela-sito

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Box Idrostrade 1

animazione voe di strada - contadina 2

botteghe autore

banner_casasmart_220x180

Agropoli

camion spiaggia

Agropoli. Camion Sarim sfonda parapetto e finisce in bilico sulla spiaggia

Agropoli. Uno dei mezzi della ditta Sarim finisce in bilico  sulla spiaggia (foto) in piazza Gallo sul lungomare San Marco. […]

porto_agropoli_salerno

Agropoli, assegnato ormeggio gratuito catamarano confiscato

Agropoli. L’amministrazione comunale ha destinato un posto di ormeggio gratuito presso il porto turistico, per ospitare il catamarano confiscato alla […]

Sanità

medici_medico_generico_salerno_sanità

“Carenza personale ed emergenza estiva ospedali Asl Salerno”

Salerno. Carenza di personale ed emergenza estiva negli ospedali salernitani dell’Asl, la Cisl Fp provinciale lancia l’allarme. “E’ inutile ribadire […]

ospedale_eboli

Ospedale Eboli, comitato: “Non venga sminuito il nostro lavoro”

Eboli. Di seguito la nota stampa del Comitato per la salute pubblica della Valle del Sele in merito all’ospedale di […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

beauty banner

output_fieBuC

Webp.net-gifmaker

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

ceramiche-ruggiero-banner

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada