APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Querelle Castello Altavilla, sindaco Marra: “Comune non ha competenza” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

castello di altavilla silentina

Altavilla Silentina. “Il Comune non ha nessuna competenza sul castello normanno di Altavilla Silentina. L’ente non ha le risorse per un’acquisizione e, oltretutto, il proprietario non vuole vendere. Dovremmo fare un esproprio di una proprietà privata”. Replica così il sindaco di Altavilla, Antonio Marra, sulla questione castello che da tempo tiene banco ad Altavilla Silentina.

LA PETIZIONE ON LINE AVVIATA DAL COMITATO CIVICO 

Da un lato c’è il comitato civico, che chiede il recupero  e la valorizzazione del bene e ha avviato una petizione online per l’indizione di un consiglio comunale straordinario e monotematico per discutere della vicenda, e dall’altro il proprietario del castello, che non vuole vendere la struttura. Il proprietario ha avviato tempo fa lavori di ristrutturazione ritenuti inidonei e bloccati dalla Soprintendenza. In mezzo le istituzioni, il Comune in primis, che sulla vicenda non ha competenza.

LA STORIA DEL CASTELLO MEDIEVALE TRA LAVORI BLOCCATI E POLEMICHE 

Il castello venne costruito nel 1080 e divenne la residenza della famiglia patrizia dei Colonnam una delle più potenti del Medioevo. Durante la seconda guerra mondiale finisce sotto i colpi di cannone nel corso dell’Operazione Avalanche. Le antiche mura rimasero intatte, così come i soffitti in legno con affreschi e una cappella gentilizia. Nel 1999 fu acquistato per 500 milioni di lire, 258mila euro, dalla società Tele A da una famiglia locale. Qualche giorno dopo iniziarono i lavori, ma senza il permesso della Soprintendenza. Nel 2005 i tecnici si presentano al Castello, scoprendo che i fregi della struttura sono stati demoliti, i solai in legno ricostruiti in cemento, i pavimenti scavati, alcuni muri portanti abbattuti insieme con il tetto di copertura. La Soprintendenza procede con un esposto alla Procura e alla polizia locale. Dopo sei anni, il castello viene messo in vendita su un sito di inserzioni immobiliari. Le opposizioni consiliari avviarono una protesta e, a seguito di un nuovo sopralluogo, vengono rinvenuti nuovi abusi edilizi, denunciati ai carabinieri, alla Procura e al Comune di Altavilla Silentina. Secondo il nuovo proprietario gli abusi sarebbero riconducibili al precedente possessore della struttura, quindi si rivolge al Tar ottenendo una sospensiva ancora in attesa di giudizio. Il castello, intanto, viene venduto ad una società ungherese, socio unico una parente dell’ex proprietario. Una vendita avvolta dallo spettro di presunte irregolarità. Risulta gravato anche da un’ipoteca di Equitalia, per mezzo milione di euro di tributi mai pagati.

I CITTADINI: SALVIAMO IL CASTELLO 

Allo stato attuale, i cittadini di Altavilla Silentina, costituitisi nel comitato civico e supportati anche dalla stampa nazionale, chiedono di salvare quel che resta del castello, definito “una ferita aperta inferta al territorio, perché senza una soluzione di risanamento e fruibilità pubblica del Castello vane sono le possibilità di riappropriarsi dell’identità storica e culturale del territorio”. Con la raccolta firme avviata, vogliono chiedere la convocazione di un consiglio comunale straordinario per discutere sulle sorti della struttura. Dall’altro lato il sindaco si dice “all’oscuro di questa petizione” e declina ogni responsabilità.

banner sito la bufalat

Webp.net-gifmaker

banner bbc aquara sito

antico pastaio

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Altavilla Silentina

universiade premi

Universiadi 2019, tra i premiati anche Francesco Cembalo di Altavilla Silentina

Altavilla Silentina. Si è tenuta ieri, presso la Sala Galatea della Stazione marittima di Napoli, la cerimonia di premiazione “Emozionarsi […]

scuola media altavilla

Altavilla, riapertura scuole: ok progetto banchi monoposto

Altavilla Silentina. Scuola e post Covid, a settembre si potrebbe partire con i banchi monoposto presso l’Istituto Omnicomprensivo “Giovanni XXIII”.  […]

Attualità

Scuola

Campania, la scuola riparte il 24 settembre

In Campania la scuola inizierà il 24 settembre. Una scelta anticipata da tempo dall’assessore regionale all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili […]

gente in spiaggia

Bonus vacanze: a Paestum non tutte le strutture turistiche li accetteranno

Capaccio Paestum. Il bonus vacanze rischia di essere un enorme flop. L’iniziativa, che fa parte del “Decreto Rilancio”, offre un […]

Primo Piano

roccadaspide2

Roccadaspide. Arriva dagli Usa: 50enne positivo al covid19

Roccadaspide. Arriva dagli Stati Uniti: effettua un tampone e risulta positivo al covid-19. Si tratta di un cinquantenne. Di fatto, l’uomo […]

Siracusa.-La-Polizia-di-Stato-denuncia-tre-parcheggiatori-abusivi

Salerno.Misura cautelare: spacciatore di Nocera inferiore ai domiciliari

Nella giornata odierna, questa Squadra Mobile ha dato esecuzione all’Ordinanza Applicativa di Misura Cautelare , emessa dal GIP del Tribunale […]

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada