Altavilla/Postiglione. Rave pary , Marra:”Nessuno ha autorizzato niente” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Rifiuti, sedie rotte, preservativi, mutande, resti di falò, coperte, e perfino frigoriferi: questo lo scenario del dopo “rave party”, tenutosi lungo le sponde del fiume Calore nei comuni di Postiglione ed Altavilla Silentina, nei giorni scorsi. Una vera devastazione ambientale in un’area naturalistica protetta e  regno della lontra. Giovani e non provenienti da tutta Italia per giorni hanno fatto bisboccia sotto le stelle con musica ad altissimo volume, consumando alcolici e, molto probabilmente, anche sostanze stupefacenti. Il raduno di centinaia di persone si è concentrato, in modo particolare, sulla sponda del fiume che ricade nel comune di Postiglione. La zona è quella di Sant’Agata in prossimità di un’area attrezzata. Qui ogni anno, a quanto sembra, si danno appuntamento centinaia  e centinaia di persone. Quest’anno nemmeno il covid 19 ha interrotto la tradizione. Hanno scelto Postiglione come location per i festeggiamenti e il lato opposto del fiume  ad Altavilla come base logistica per campeggiare. Ad accomunare tristemente le due sponde è lo stato in cui, entrambe, sono state ridotte, come evidenzia Ettore Camera, presidente della sezione locale  dell’associazione nazionale  “Libera caccia”. “ E’ notorio che in quella zona, lungo la sponda del Calore che rientra nel comune di Postiglione,  ogni anno vengono organizzati questi rave  – afferma Camera – poi da lì basta attraversare il fiume e si spostano  nel territorio di Altavilla.  Sabato scorso dalla parte di Postiglione erano presenti almeno una cinquantina di veicoli, tra auto e camper, altri erano state parcheggiate più all’interno. Abbiamo fatto un sopralluogo sul fiume ad Altavilla  e abbiamo potuto constatare lo stato del degrado in cui è stata lasciata l’area dopo il raduno. Sul posto abbiamo trovato delle persone, che ci hanno riferito che avevano fatto una festa, qualcuno ha detto addirittura  che avevano anche l’autorizzazione”. Chiaramente il tutto si è svolto nella totale illegalità, come puntualizzato anche dal sindaco Antonio  Marra.  “Il raduno si è svolto a Postiglione, in località Sant’Agata e viene fatto, ogni anno, da almeno 20 anni – afferma il sindaco di Altavilla Silentina, Antonio Marra – poi attraversano il fiume e approdano sulla sponda del Calore nel nostro territorio. Su questo noi non possiamo fare niente. La nostra zona è di più difficile accesso occorre il fuoristrada. Mentre dall’altro versante c’è la strada per accedere al fiume. In ogni caso, il nostro Comune non ha rilasciato nessun tipo di autorizzazione. Questo deve essere ben chiaro. Inoltre nessuno ha segnalato niente sia al Comune che alle forze dell’ordine. Non abbiamo nessuna denuncia. E’ un problema della Prefettura, che dovrebbe intervenire per garantire l’ordine pubblico. Dovrebbero intercettare questi flussi di persone e bloccarli soprattutto in questo periodo di pandemia”. 

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

banner_papera_220x180

Leggi anche

Campania. Covid: 886 positivi e 5 decessi ultime 48 ore

Coronavirus, 886 nuovi contagi in Campania. Il dato emerge dall’analisi di 35.331 tamponi. Il report nel dettaglio: Positivi del

Albanella. Opere abusive in via Sigliaturi: Comune ordina abbattimento

Albanella. Lavori abusivi presso un immobile già preesistente: Il responsabile dell’area Tecnica settore Edilizia e Urbanistica emet

Acerno. Discariche rifiuti nel bosco: denunciato imprenditore edile

Acerno.  I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Acerno a seguito di controlli ed accertamenti mirati, hanno scoperto numer

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2