APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Agropoli. Lombardo, va in pensione:”Spesso, non ho condiviso decisioni Asl” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

IL DIRETTORE SANITARIO DELL'OSPEDLE E DISTRETTO AVREBBE DESIDERATO DI CONTINUARE A LAVORARE MA NON GLI E' STATO CONCESSO

francesco lombardo

Agropoli. E’ stato per anni direttore sanitario dell’ospedale di Agropoli per il dottore Francesco Lombardo è giunto il momento della meritata pensione. Con una lettera ha voluto ringraziare e salutare tutti i sanitari che hanno condiviso con lui l’attività lavorativa.

I dipendenti gli hanno organizzato una piccola festa consegnandoli una targa ricordo. Una lunga lettera dove manifesta anche il rammarico nei momenti in cui “tutto sembrava remare contro l’ospedale” e il desiderio di voler continuare a lavorare non accolto dall’Asl Salerno. ” Di buon grado abbiamo accettato e sostenuto l’ onere dell ‘apertura dell’ ospedale di Agropoli con le già  insufficienti forze lavorative del Distretto. Abbiamo tutti dato il massimo perché funzionasse nel migliore dei modi – scrive Lombardo–  e perché la cittadinanza che aspettava da decenni avesse un servizio di qualità con risposte efficaci e tempestive ai bisogni sanitari.  Con legittimo orgoglio possiamo dire che il nostro è diventato il primo (o uno dei primi) Distretto nel rapporto personale -prestazioni e nella soddisfazione dei cittadini.  Il pensiero corre al difficile momento dell’apertura del Sert tanto osteggiata e fortemente contrastata, ma di cui c’era assoluto bisogno per la diffusione del fenomeno nel territorio, servizio di cui oggi non si potrebbe fare a meno”.

Nel 2013 il depotenziamento dell’ospedale fino alla chiusura nel mese di settembre del presidio. “Dopo aver lottato in tutti i modi possibili,  è stato chiuso: un Pronto Soccorso attivato nell ‘area territoriale più densamente popolata a Sud della provincia di Salerno veniva soppresso, anziché potenziato come sarebbe stato ragionevole e necessario. Venivano soppressi anche servizi indispensabili. Come dipendente, con senso di immedesimazione nell’istituzione, ho sempre rispettato le direttive aziendali pur non condividendole e manifestando apertamente e con fermezza le mie diverse opinioni. Per questo ho dovuto pagare un prezzo alto – evidenzia –  forse anche la mancata autorizzazione a rimanere ancora al mio posto. Molto spesso, non ho condiviso le scelte e le direttive dell ‘Azienda pur avendo avuto il dovere di applicarle e che spesso non è stato ascoltato nelle richieste di mantenimento e/o di potenziamento dei servizi del Distretto e del’ospedale”. Lombardo ringrazia tutti i collaboratori anche coloro che ” in qualche occasione si sono sentiti offesi o  danneggiati  da qualche mia decisione o dal mio atteggiamento: sappiano che non è stata mai mia intenzione offendere o fare del male a qualcuno e che anzi spesso ho sorvolato su qualche  mancanza tenendo ben presente che il primo nostro obiettivo era ( e deve rimanere) servire i pazienti nel migliore dei modi.  Vi abbraccio tutti con un forte nodo di emozione alla gola, vi stringo forte vi ringrazio per la amicizia e l’affetto sincero di cui mi avete onorato, per la collaborazione e per la dedizione nel lavoro, per la comprensione e per il perdono che anche adesso vi chiedo di concedermi per i miei  sicuri tanti errori ma, dovete essere certi, involontari.  Infine, nessuno me ne vorrà, ma avverto incomprimibile l’esigenza di ringraziare, qui e ora,  Mucciolo LucianaClaudio Mangullo, stretti collaboratori che insieme con me hanno vissuto e sperimentato in prima persona successi e delusioni, risultati e fallimenti, in quasi un quarto di secolo. Sono persone eccezionali, di grande umanità ed intelligenza, di sicuro affidamento, che spesso hanno dovuto sopportare i miei frequenti repentini cambiamenti di umore e che mi hanno dimostrato  un affetto e una comprensione come ad un loro familiare”, conclude Lombardo.

CISL FP BANNER

convergenze

banner sito la bufalat

Webp.net-gifmaker-2

banner bbc aquara sito

antico pastaio

banner caputo sito

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

banner_papera_220x180

Agropoli

scuole banchi monoposto

Ad Agropoli si torna a scuola il 3 dicembre

Agropoli. Si torna a scuola il 3 dicembre. Lo annuncia il sindaco Adamo Coppola:” Ho firmato l’ordinanza (prot.n. 30354) che […]

coronavirus

Coronavirus Agropoli, 5 nuovi casi e due guariti

Agropoli. “Ho ricevuto un aggiornamento dall’Asl in merito a 5 nuovi casi di positività-ha dichiarato il sindaco Adamo Coppola– solo un […]

Primo Piano

candela suicidio

Albanella piange la terza vittima del covid: muore Giuseppe Poto

Albanella. La comunità piange ancora un altro decesso per coronavirus. Non ce l’ha fatta Giuseppe Poto 68 anni  deceduto all’ospedale […]

serre

Serre, vigneto a Valle della Masseria. Cittadini: “Cavallo di Troia per illeciti”

Serre. Lettera aperta da parte di un gruppo di cittadini di Serre, indirizzata al sindaco, all’amministrazione comunale, ai consiglieri di […]

Sanità

dt_200121_coronavirus_800x450-377088

Covid Campania, boom guariti: 2.158 nuovi positivi

Napoli. Sono 2.158, di cui 227 sintomatici, i nuovi positivi al Covid rilevati ieri in Campania, su 15.739 tamponi. Boom dei […]

tampone

Covid Baronissi, sei nuovi casi

Baronissi. Emergenza Coronavirus, il bollettino di oggi registra sei nuovi casi di contagio in città. Sono 270 i positivi, attualmente, […]

vocedistrada

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada