APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Salerno, droga e telefoni in carcere: Cirielli interroga ministro Bonafede Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

Edmondo-Cirielli

Salerno. “Ho presentato un’interrogazione parlamentare al ministro della giustizia Alfonso Bonafede per conoscere quali provvedimenti legislativi intende mettere in atto per risolvere il grave problema della sicurezza all’interno delle carceri italiane alla luce anche di quanto accaduto, pochi giorni fa, a Salerno”. Lo annuncia il Questore della Camera e parlamentare salernitano di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli: “Nella casa circondariale di Salerno – dichiara – sono stati rinvenuti sostanze stupefacenti e ben dieci telefonini funzionanti, presumibilmente usati dai capi clan camorristici per comunicare con gli affiliati esteri ed impartire ordini. Senza dimenticare i numerosi episodi di violenza ai danni degli agenti della Polizia Penitenziaria. E’ evidente, come denunciato più volte dal Sappe (Sindacato di Polizia Penitenziaria), il collasso in cui si trovano le carceri del nostro Paese e il fallimento delle leggi in materia, a partire dall’istituzione della vigilanza dinamica,  il cosiddetto regime delle celle aperte, che andrebbe subito cancellata. Sarebbe opportuno, invece, introdurre un moderno ed efficace sistema di videosorveglianza ed incrementare il Corpo di Polizia Penitenziaria predisponendo nuove assunzioni trasmite lo scorrimento delle graduatorie degli idonei non vincitori e nuove procedure concorsuali. Il M5S e il Pd, per una volta, si schierino dalla parte delle forze dell’ordine e non facciano orecchie da mercante” conclude Cirielli.

convergenze

banner sito la bufalat

Webp.net-gifmaker-2

banner bbc aquara sito

antico pastaio

banner caputo sito

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

banner_papera_220x180

Politica

mirarchi pasquale

Albanella. 80mila euro pulizia torrente Malnome, Mirarchi:”Occorre chiarezza”

Albanella. Nubifragio del 7 ottobre: effettuati gli interventi di somma urgenza sul torrente Malnome. Le ditte che hanno effettuato gli […]

consiglio comunale castel san lorenzo

Castel S.Lorenzo, convocato consiglio comunale

Castel San Lorenzo. E’ stato convocato per il prossimo 27 ottobre, dal presidente Antonio Buono,  il consiglio comunale. Si terrà […]

Salerno

Coronavirus: tamponi e test sierologici all'ospedale San Paolo di Milano

Covid-19, effettuazione tamponi: Asl Salerno avvia short list laboratori

Salerno. L’AsI Salerno, nell’ambito delle azioni finalizzate a fronteggiare la situazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 e la riduzione della […]

Roma, 21 ott. (askanews) - Cetara può godersi la Colatura di Alici Dop. Il traguardo è praticamente raggiunto non essendo arrivati ostacoli europei dopo la fatidica data del 22 settembre 2020 entro la quale potevano esserci richiesta di approfondimento da parte di soggetti imprenditoriali europei, come previsto dal lungo percorso burocratico.

“Una data storica, quella di oggi - spiega la presidente dell’Associazione per la valorizzazione della Colatura di Alici di Cetara Lucia Di Mauro – finalmente la conclusione dell’iter che ci ha portato all’approvazione della nostra Dop. Ora è arrivato il momento di presentare al Mipaaf il piano di controllo. Ringrazio la Regione Campania e il Comune di Cetara per il prezioso sostegno e si può procedere verso la fase più interessante di tutte: quella della produzione. Nove mesi minimo di maturazione delle alici nei terzigni e botti di legno, che significa l’arrivo sugli scaffali della Colatura di Alici di Cetara Dop nel 2021".

La realizzazione del piano di controllo di Agroqualità, ente di certificazione scelto dall’Associazione per la valorizzazione della Colatura di Alici di Cetara, sarà l’ultimo passo prima dell’avvio alla produzione. La Campania sarà la prima Regione in Italia a potersi fregiare di una Dop prodotto trasformato di mare. Presto le aziende interessate potranno quindi partire per realizzare le prime confezioni Dop della Colatura di Alici di Cetara, seguendo il rigoroso disciplinare di produzione. Importante contributo sarà dato ora dai pescatori salernitani, rappresentati nell’Associazione da due armatori Cetaresi: Pappalardo Salvatore e Federmar. Quattro le aziende produttrici che hanno aderito al progetto: Iasa, Delfino, Nettuno e Armatore. I ristoratori di Cetara invece sono: Al Convento, La Cianciola e San Pietro.

Arriva la Dop per la Colatura di Alici di Cetara

Cetara può godersi la Colatura di Alici Dop. Il traguardo è praticamente raggiunto non essendo arrivati ostacoli europei dopo la […]

vocedistrada

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada