Italia, un bambino su 3 è in sovrappeso |

APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Italia, un bambino su 3 è in sovrappeso Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

bambini-e-obesita-ritrovare-il-giusto-peso-senza-dieta-2387126445[1233]x[512]780x325

Un bambino su tre è in sovrappeso. La causa? Le abitudini alimentari scorrette. E’ il dato che emerge in occasione dell’”11th Meeting of Who European Childhood Obesity Surveillance (Cosi)”, il meeting dei paesi europei che sostengono l’iniziativa che si è tenuto a Vienna il 22 ed il 23 maggio scorsi. I dati preliminari della IV raccolta Cosi (2015-2017) confermano che l’obesità infantile resta un rilevante problema di salute pubblica nella Regione Europea dell’Oms e mostrano una notevole variabilità da Paese a Paese e in diversi sottogruppi della popolazione. A distanza di 10 anni dalla prima rilevazione, si osserva peraltro che la prevalenza di sovrappeso e obesità si è ridotta in Grecia, Italia, Portogallo e Slovenia, tende alla riduzione in Irlanda e Spagna, è stabile in Belgio, Repubblica Ceca e Norvegia, mostra una tendenza all’aumento, talora per sottogruppi della popolazione infantile (per genere) in Lituania, Lettonia e Bulgaria. Per quanto il dato italiano sia migliorato, la prevalenza di sovrappeso e di obesità tra i bambini di 6-9 anni del nostro Paese restano tra le più alte in Europa: maschi 42% in sovrappeso dei quali 21% obesi; femmine 38% in sovrappeso 38% delle quali 14% obese, utilizzando i valori soglia del Who (si ricorda che OKkio alla Salute utilizza principalmente i valori soglia Iotf). Cosi ha indagato anche abitudini e stili di vita, in particolare le abitudini alimentari e i livelli di attività fisica, che hanno un impatto sul peso corporeo e, in prospettiva, sul rischio di malattia cronico-degenerative. Alcuni degli indicatori opzionali del Cosi non sono direttamente confrontabili con quelli italiani perché le domande sono state formulate in maniera diversa per soddisfare dei bisogni conoscitivi specifici del nostro Paese (approfondisci gli indicatori italiani del 2016). Premesso ciò, tra gli indicatori confrontabili, i bambini italiani si distinguono tra quelli europei per una prevalenza buona, ma ancora meritevole di miglioramento, per quanto riguarda l’abitudine a consumare tutti i giorni frutta (73%) o verdura (54%). (Okkio alla salute)

Webp.net-gifmaker (1)

modal gif

banner-trattoria-angela-sito

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Box Idrostrade 1

botteghe autore

logo_bcc_buccinocomunicilentani_logobordo-02

Focus

decreto dignità

Decreto dignità, tutte le misure

Fisco, lavoro, giochi e sport dilettantistico: ecco i quattro capitoli che compongono il decreto legge dignità, approvato in via definitiva […]

20030809- CAPALBIO (GR) - CRO-  VACANZE 2003: CAPALBIO CUCINA CHIC SULL'ARENILE DEI VIP.  Alcuni clienti degustano le specialita' del  ristorante ''L'ultima spiaggia '' sull'arenile di Capalbio. Nato nell'agosto del 1987, vanta un'ottima cucina a base di pasta e pesce. FRANCO SILVI /ANSA/JI

Vacanze, italiani tengono al cibo e meno alloggio

La spesa media destinata dagli italiani alle vacanze estive è di 744 euro a persona, di cui oltre 1/3 è […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

beauty banner

output_fieBuC

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada