APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Usura e ricettazione nel Salernitano: 6 arresti Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

carabinieri-1-e1496060436943

Cilento. Dalle prime ore della mattinata ad Albanella, Baronissi, Capaccio Paestum, Salerno, San Giorgio a Cremano e Villaricca, i carabinieri della Compagnia di Agropoli, agli ordini del capitano Francesco Manna, in collaborazione con quelli delle Compagnie territorialmente competenti, hanno dato esecuzione a 6 ordinanze di custodia cautelare (di cui 3 agli arresti domiciliari) emesse dal gip del Tribunale di Vallo della Lucania su richiesta di questa Procura della Repubblica, nei confronti di 6 pregiudicati, un 48enne di Polla, un 34enne di San Giorgio a Cremano, un 46enne di Giugliano in Campania, un 27enne di Agropoli, un 49enne di Albanella ed un 36enne di Capaccio Paestum poiché ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di “usura in concorso” e di “associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione e all’indebito utilizzo di carte di credito”. L’attività d’indagine, avviata nel 2015 dalla Stazione Carabinieri di Torchiara, si sviluppava a seguito di una serie di denunce relative ad alcuni pagamenti fraudolenti, effettuati mediante carte di credito oggetto di pregressi furti presso una ditta con sede a Laureana Cilento.

Dalle successive investigazioni emergeva che il proprietario dell’attività si era prestato a tale dinamismo criminoso concedendo a due degli indagati l’uso esclusivo del pos, nonché del conto corrente abbinato alla propria ditta, per estinguere un debito di 8.000 euro che aveva contratto con i due e non era riuscito ad onorare, in quanto la somma da restituire era lievitata in poco tempo a 10.000 euro. Per fare fronte alla palese attività usuraia praticata nei suoi confronti, l’imprenditore si rivolgeva ad altri due indagati che, in concorso tra loro, concedevano un prestito di 4.000 euro in contanti. La restituzione della somma doveva avvenire con 4 assegni post datati dell’importo di 1.600 euro cadauno, restituzione poi ricontrattata con il pagamento mensile di 14 cambiali da 600 euro l’una, per un importo totale di 8.400 euro a fronte dei 4.000 iniziali, traducendosi, chiaramente, in ulteriore attività usuraia. Le successive attività tecniche, nonché lo studio e l’analisi dei tabulati telefonici di taluni indagati, permettevano non solo di cristallizzare i fatti dai quali traeva genesi l’intera attività investigativa ma, soprattutto, di accertare che altri cittadini del territorio erano rimasti vittime di usura, ad opera di due degli indagati che applicavano un tasso di interesse oscillante dal 77 al 910 percento. Infine, la captazione delle conversazioni telefoniche intercettate apriva un ulteriore scenario investigativo, ben più complesso, grazie al quale veniva accertata l’esistenza di un gruppo criminale attivo nel Cilento, dedito alla ricettazione di carte di credito provento di furto e al successivo indebito utilizzo delle stesse.

Alcuni degli indagati erano infatti legati tra loro da un vincolo associativo teso alla clonazione di carte di credito canalizzate e riconducibili a conti correnti accesi presso istituti bancari asiatici e con le quali poi, con la connivenza di esercenti commerciali della Provincia di Salerno, effettuavano pagamenti di ingenti somme, che andavano da 1.000 a 9.000 euro, le quali venivano poi divise tra i consociati. Lo spessore delinquenziali del sodalizio si concretizzava, inoltre, con l’effettuazione delle citate operazioni, dal profilo formalmente legale, in quanto, in caso di contestazione da parte dell’istituto di credito asiatico proprietario della carta di credito, il commerciante avrebbe potuto mostrale lo scontrino del pos a dimostrazione dell’apparente regolarità dell’operazione. Mentre i promotori, ovverosia per coloro che materialmente clonavano e utilizzavano le carte di credito, l’identificazione si rilevava più difficile, tant’è che l’attività criminosa non poteva essere svelata, se non grazie al prezioso strumento delle intercettazioni telefoniche e quindi con la captazione delle conversazioni, tra i promotori e i commercianti conniventi, in cui venivano decise le somme che dovevano spartirsi. L’intera attività investigativa permetteva di deferire complessivamente 19 persone in stato di libertà, nonché di sottoporre a sequestro la somma di circa 15.000 euro depositata su uno dei conti correnti in cui veniva fatto confluire il danaro provento dell’attività illecita.

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Albanella

comune di albanella

Albanella, ecco quanto guadagnano gli amministratori

Albanella. Riconfermate le indennità di carica per gli amministratori comunali di Albanella che, anche per l’anno in corso, hanno deciso di […]

comune di albanella

Albanella, potenziamento sicurezza urbana: aggiudicata gara

Albanella. Sono stati aggiudicati i lavori di potenziamento della sicurezza urbana sul territorio. Si tratta di implementazioni riguardanti la pubblica […]

Battipaglia

LIDL

Battipaglia, questione Lidl: Tar dà ragione Comune

Battipaglia. Il Tribunale Amministrativo Regionale Campania annulla la richiesta di sospensione della delibera di Giunta Comunale n. 145/2018 recante l’approvazione […]

rifiuti

Battipaglia, gestione rifiuti speciali: incontro Comune e Governo

Battipaglia. E’ di ieri l’incontro tenutosi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per il coordinamento amministrativo – Ufficio […]

Capaccio

rispoli csa

Capaccio, situazione Paistom. Rispoli: “Si freni l’illegalità”

Capaccio Paestum. “In tutti i modi bisogna mettere un freno alla situazione di illegalità e garantire servizi efficaci ed efficienti […]

pignata

Capaccio, al ristorante “La Pignata” serata del fritto

Capaccio Paestum. Tutto pronto per la “Serata del fritto” in programma il prossimo 28 marzo presso il ristorante “La Pignata”. […]

Cilento

giungano

Giungano, una strada tra area Pip e struttura gestione servizi

Giungano. Realizzazione della strada di collegamento con l’area Pip e una struttura finalizzata allo sviluppo e all’allocazione di microimprese e […]

emozioni di emilia colangelo

[VIDEO] Bcc Capaccio Paestum e Serino: inaugurata la mostra “Emozioni”

Capaccio Paestum. Ritornano gli appuntamenti con l’Arte del BCC Space: è stata inaugurata ieri la mostra personale di Emilia Colangelo […]

Cronaca

oli esausti altavilla

Altavilla, centro raccolta oli esausti: “Bilancio positivo primo anno”

Altavilla Silentina. A un anno dall’attivazione del centro di raccolta oli esausti ad Altavilla Silentina, il Comune, retto dal sindaco […]

massimo cariello

Eboli, incontri tutela animali a scuola: “Bambini strumentalizzati”

Eboli. Atti di strumentalizzazione e mistificazione della realtà davanti ad una platea di bambini nel primo incontro della campagna di […]

Piana del Sele

impianto

Impianto stoccaggio rifiuti Salerno, SI:”Comune Pontecagnano si opponga”

Pontecagnano Faiano. Impianto di stoccaggio e trattamento rifiuti pericolosi. Sinistra Italiana denuncia i silenzi dell’amministrazione comunale sul Puc cittadino. “Esattamente […]

basket bellizzi

Basket Bellizzi, al PalaBerlinguer arriva Cercola

Bellizzi. Ultimo impegno tra le mura amiche in regular season per il Semprefarmacia.it Basket Bellizzi. Nel 24° turno del campionato […]

Sele Picentini

angelo rispoli

Pontecagnano. Vertenza rifiuti,Rispoli Fiadel:”Chiediamo confronto”

“Da giorni i mezzi per la raccolta dei rifiuti sono fermi e solo la professionalità dei lavoratori sta evitando un’emergenza […]

pontecagnano piazza sabbato

Pontecagnano, risolto blocco raccolta rifiuti

Pontecagnano Faiano. L’amministrazione Lanzara risolve con successo la questione del blocco della raccolta rifiuti operato nel corso delle ultime ore […]

Valle dell'Irno

Ance Aies

Pellezzano, Bcc Aquara si confronta con Regione e Confindustria

Pellezzano. Un confronto importante con Regione, Confindustria, Università ed imprenditori vedrà impegnata la Bcc di Aquara sabato 23 marzo alle […]

parroco

Baronissi, 22enne ruba portafoglio parroco: denunciata

Baronissi.Una ventiduenne cerca di rubare il portafoglio a un parroco: beccata grazie alla videosorveglianza nella sagrestia. Per lei è scattata […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada