APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Pagani. Tortura moglie con plastica bollente: condannato 33enne Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

violenza-sulle-donne (1)

Pagani . È stato condannato alla pena di cinque anni e due mesi per aver seviziato, sequestrato e picchiato la sua donna, sua moglie, il marocchino residente a Pagani finito sotto processo e in arresto dopo la fuga di salvezza della vittima.
Il reo, C.K. trentatreenne, era accusato di lesioni gravissime, sequestro di persona e maltrattamenti consumati nei confronti della moglie, con la condanna emessa dal giudice monocratico del Tribunale di Nocera Inferiore. Il processo seguiva la denuncia sporta dalla moglie dell’uomo, che aveva raccontato la sua segregazione in una casa divenuta luogo di torture, con le catene alla porta e le finestre sprangate, finendo vittima di angherie e violenze, fino alle sevizie nelle parti intime con liquido bollente versatogli addosso dal marito per comportamenti passionali, presunti tradimenti. «Dove le zone erogene colpite- scriveva il gip del tribunale di Nola Giuseppe Pepe, inizialmente titolare del fascicolo nella fase iniziale dell’inchiesta- simboleggiano la femminilità che l’indagato voleva aggredire per punire l’infedeltà, vera e presunta, della donna nei suoi confronti». Il 33enne marocchino C.K. fu arrestato e tradotto al carcere di Poggioreale, col successivo trasferimento degli atti alla procura e al gip di Nocera Inferiore per competenza territoriale, data la pertinenza e il luogo, Pagani, dove tutto era avvenuto. Il fascicolo della Procura partiva proprio dal racconto della vittima, raccolto dai carabinieri insieme a due decisive testimonianze incrociate:
«L’ultima volta che sono uscita con lui era aprile per fare la spesa- spiegò la donna- Nel periodo in cui mi ha chiusa in casa l’ho raccontato a mia mamma e lei mi ha detto di scappare altrimenti lui mi avrebbe ucciso». Il giorno della tortura con la plastica bollente, nel maggio 2016, era rievocato in passaggi precisi.
«Alle sette e mezza di sera mi ha chiesto di spogliarmi nuda e di confessare se avevo relazioni, io ho negato. Mi ha insultato, ha iniziato a picchiarmi dicendo che ero una prostituta, mi ha preso a schiaffi, pugni, calci, morsi su piede e spalla, fino a colpirmi in viso con una testata e mi ha rasato i capelli. Poi mi ha colpito con un calcio sotto la gola forse mentre ero seduta». Nelle mire dell’uomo, in una casa trasformata in luogo di segregazione, c’erano le relazioni pregresse di lei, il suo precedente lavoro a Dubai e fantomatici appuntamenti in casa con altri uomini, col marito fuori per lavorare nelle periferie paganesi. La tortura arrivò alla punizione estrema, un segno incandescente per monito, con l’intenzione di ucciderla. La fuga arrivò al momento propizio.
(Fonte: La Città)

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Agro-nocerino-sarnese

ambulanza

Cava de’Tirreni, esce per andare dal medico: investita e uccisa da auto

Cava de’Tirreni. Era uscita per andare dal medico di famiglia per farsi prescrivere delle ricette per la sorella ammalata. Non immaginava […]

dellisolapensionaticislsalerno

Scafati, servizi Piano di zona bloccati: “Subito nuovo coordinamento”

“Subito un coordinamento provinciale per i Piani di Zona per uniformare le politiche sociali nel Salernitano”. Così Giovanni Dell’Isola interviene […]

Articoli

polizia locale

Capaccio. Posto di istruttore polizia municipale: a dicembre Cds trattazione causa

Capaccio Paestum. Posto d’istruttore di polizia municipale: ieri  l’ordinanza del Consiglio di Stato sul ricorso in appello proposto da Marco […]

moto incidente

Montella,incidente: muore ragazza 29enne, grave giovane salernitano

La drammatica vicenda è avvenuta questa mattina 24 maggio intorno alle 9 a Montella, comune della provincia di Avellino in Campania. […]

Cronaca

cennamo

Altavilla, stroncato da malore sul posto di lavoro a 34 anni

Altavilla Silentina. Si terranno domani alle 15, all’interno della Chiesa del Carmine di Altavilla Silentina, i funerali di Francesco Cennamo, […]

municipio_Castellabate

Castellabate, al via riscossione coattiva recupero crediti

Castellabate. L’amministrazione del comune di Castellabate sceglie di intensificare le attività di recupero coattivo dei crediti in favore dell’ente, attraverso […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada