APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Sanza. Vacche uccise da tiratori scelti: abbattimento disposto da Asl Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

vacche uccise

Sanza. Nessun giallo sulle carcasse di vacche rinvenute in una strada di montagna a poca distanza dal monte Cervati. Si è trattato di un abbattimento programmato e  disposto dall’Asl Salerno di concerto con la Regione, la Prefettura, il Comune e le forze dell’ordine.

Gli animali circa una quarantina sono stati uccisi grazie a dei tiratori scelti. Le operazioni continueranno fino a venerdì. Gli animali vaganti sono stati individuati dai carabinieri forestali che, grazie ad appositi controlli, effettuati con binocoli ed appostamenti, hanno potuto accertare che erano capi bovini selvatici e vaganti sprovvisti di marchi auricolari. “Si tratta di animali senza proprietari e abbandonati – spiega un veterinario dell’Asl- che rappresentano un pericolo soprattutto dal punto di vista sanitario in quanto non sono controllati e possono trasmettere delle malattie agli altri animali come la tubercolosi e la brucellosi”. L’abbattimento nel Vallo di Diano dove dovrebbero essere abbattuti quasi un centinaio di capi è il secondo che viene effettuato in questi ultimi mesi. Questa tipologia di pratica è  stata messa in atto dall’Asl a partire dal 2019. Una soluzione senza dubbio cruenta per gli animali ma è stata l’unica percorribile da parte dell’Azienda sanitaria di Salerno, che pure aveva pensato ad altre soluzioni. Tra queste un abbattimento degli animali e la possibile donazione delle carni. Una soluzione questa non percorribile per svariati motivi. In primis l’impossibilità di smaltire il sangue dei capi sul posto per manza di attrezzature ,a anche perché spesso gli animali si trovano in zone così impervie da rendere assai difficoltoso il trasporto.

MANDRIE PERICOLOSE E NON GESTIBILI NON ABITUATE AL CONTATTO UMANO

“Si tratta di animali selvatici – evidenzia il veterinario dell’Asl – non gestibili che non hanno avuto contatti con l’uomo, pertanto, catturarli è quasi impossibile. Si adattano all’ambiente e si riproducono invadendo campi coltivati e raggiungendo anche i centri urbani. Comune è successo a Capaccio poco tempo fa quando una vacca è finita contro un pullman di linea ed è stata sventata una tragedia”. Da qui la decisione di abbattimenti con tiratori scelti, che in questo ultimo caso, sono giunti dalla Toscana. Le carcasse vengono ritirate con appositi mezzi da una ditta specializzata per lo smaltimento. Laddove, non fosse possibile prelevarle è previsto un eventuale interramento delle stesse in loco con la realizzazione di fosse.

LE PROTESTE DEGLI ALLEVATORI E AGRICOLTORI 

A sollevare la problematica degli animali vaganti sono da tempo gli allevatori, che seguono la profilassi sanitaria per i loro capi, e poi li vedono infettarsi per il contatto con vacche allo stato brado. Ma anche gli agricoltori più volte hanno denunciato alle forze dell’ordine i danni arrecati da queste mandrie incontrollate alle loro colture spesso totalmente distrutte.

La problematica persiste da oltre 10 anni ma solo nel 2019 si èdeciso di applicare questa procedura per arginare il fenomeno ed evitare soprattutto problemi di contaminazione per capi bovini non presenti nell’anagrafe, non controllati e non sottoposti a profilassi sanitaria.

RESTA IN OGNI CASO UNA PRATICA CRUDELE  

Comunque sia, personalmente ritengo che sia una tecnica di abbattimento crudele per gli animali. E, mi auguro che, col tempo, si possano trovare delle soluzioni diverse da questa. Anche comprendendo le motivazioni che hanno portato a questa scelta, non la condivido. I capi, o almeno in parte, potrebbero essere recuperati e magari essere macellati, dopo chiaramente gli specifici controlli sanitari. La carne potrebbe essere data in beneficenza o i capi stessi messi in vendita sempre a scopo benefico. Sono solo delle ipotesi per un’alternativa diversa a queste uccisioni che, ripeto sebbene giustificate come esposto anche nell’articolo, non condivido.

                                                                                                                                           Angela Sabetta 

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Cronaca

maltempo

Campania, maltempo: nuova allerta gialla da mezzanotte

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica Gialla per rischio connesso […]

Carabinieri-AMALFI-botti-illegali

Salerno. Botti proibiti,carabinieri artificieri nelle scuole”A capodanno non rischiate”

I Carabinieri  della 2^ Sezione del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Salerno hanno intrapreso oggi una […]

Vallo di Diano

S.Arsenio

S.Arsenio. Demolizione e ricostruzione elementare: ok appalto

S. Arsenio. Al via al bando di gara per l’appalto dei lavori di ristrutturazione edilizia mediante demolizione e ricostruzione della […]

stili di vita

[VIDEO] Sant’Arsenio, convegno “Stili di vita” e consegna premi “Pietro Laveglia”

Sant’Arsenio. Il teatro comunale “G. Amabile” di Sant’Arsenio, sabato 16 novembre, ha ospitato la cerimonia di consegna dei premi “Pietro […]

Webp.net-gifmaker-4

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada