APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Sant’Arsenio, morì per eccesso di farmaci: 16 indagati per decesso Carlo Vitolo Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

ospedale sant'arsenio

Sant’Arsenio. Omicidio colposo in concorso. È questa l’ipotesi di reato riportata nei 16 avvisi di conclusione delle indagini preliminari notificati nei giorni scorsi a 4 medici e 12 infermieri in servizio presso il reparto di psichiatria dell’ospedale “Santissima Annunziata” di Sant’Arsenio. Sono tutti accusati di aver causato la morte, lo scorso 4 marzo, di Carlo Vitolo, un quarantenne di Agropoli che da diverso tempo era ricoverato nel reparto di psichiatria. L’uomo è deceduto per un arresto cardiocircolatorio causato da una intossicazione da farmaci. Nello specifico gli sarebbero stati somministrati dei farmaci in dosi di gran lunga superiori al range terapeutico. Per un farmaco, il Talofen, la dose somministrata in base a quanto emerso dalle indagini sarebbe superiore di ben 20 volte al limite previsto, invece per un secondo farmaco, il Serenase, la dose è stata 4 volte superiore al range massimo. Il reparto di psichiatria è stato chiuso circa un mese fa dall’Asl Salerno nell’ambito della riorganizzazione dei servizi sanitari sul territorio provinciale. Le indagini sono partite subito dopo la morte del quarantenne. I familiari non avevano ritenuto convincenti le spiegazioni fornite dai medici sulle cause del decesso del loro congiunto e per fare luce sulla vicenda avevano sporto denuncia contro ignoti. La Procura della Repubblica di Lagonegro aveva disposto il sequestro della cartella clinica e della salma. A far emergere dei profili di responsabilità penale è stato proprio quanto emerso dall’autopsia ed in particolar modo dall’esame tossicologico effettuato sui campioni di tessuto prelevati dal medico legale incaricato dalla Procura. Carlo Vitolo era arrivato nel reparto di psichiatria alla fine del mese di febbraio per effettuare un trattamento sanitario volontario. Ex giocatore di basket chi lo conosceva lo descrive come una persona particolarmente tranquilla e non ha mai creato problemi anche prima di essere ricoverato nel reparto di igiene mentale di Sant’Arsenio. È bene chiarire che i 16 destinatari dell’avviso di conclusione delle indagini non sono al momento imputati. Entro 20 giorni potranno infatti chiedere di essere interrogati dal pm, presentare una memoria difensiva, depositari prove documentali o testimoniali o chiedere al pm di svolgere ulteriori indagini, fondamentali a provare l’innocenza dell’indagato, indicandole in modo puntuale. Trascorso il termine di venti giorni se gli indagati saranno riusciti a convincere il pubblico ministero della propria innocenza, allora questi potrà chiedere al Giudice per le indagini preliminari l’archiviazione del processo; in caso contrario il pm chiederà il rinvio a giudizio. (Erminio Cioffi – La Città)

output_tqy8p1

output_yJ10wl

vocedistrada

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Agropoli

agropoli

Agropoli, al via adesione Centro commerciale naturale

Agropoli. Prenderà il via nelle prossime ore un censimento gratuito di tutte le attività commerciali di Agropoli, i cui titolari […]

CGIL-Salerno

Agropoli. Esenzione pagamento ticket Asl, nuovo servizio Cgil

Agropoli. Da oggi non sarà più necessario fare le lunghe file presso gli sportelli dei Distretti Sanitari per chiedere l’esenzione […]

Cronaca

ambulanza

Salerno, si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

Si è lasciato cadere nel vuoto, scavalcando la ringhiera del balcone di casa al quinto piano di una palazzina in […]

ospedale_eboli

Altavilla, dolore al gomito: medici non si accorgono della frattura

Un dolore al gomito, più volte segnalato ai medici, ma che nessuno ha preso in considerazione. Il paziente, un trentenne […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada