APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Roccadaspide, rischia di morire aggredito dal cane Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

aa

<< Non ho mai avuto tanta paura in vita mia. Sono stati attimi di puro terrore>>. Aldo Serra, ex direttore dell’ufficio postale di Albanella, residente a Roccadaspide ricorda così quei terribili momenti, in cui è stato aggredito dal cane della figlia, un Corso,  che lui stesso ha cresciuto. E’ trascorsa poco più di una settimana, ma la vittima ha ancora gli incubi la notte e  l’immagine del cane che cerca di azzannarlo al collo. Un rapporto tra uomo e animale di amore incondizionato che, per motivi incomprensibili, si è spezzato nel modo più tragico. Per fermare la ferocia del cane è dovuto intervenire un vicino di casa costretto ad abbatterlo per salvare la vita di Serra. Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta,  il vicino dovrà affrontare un procedimento penale per quanto accaduto. L’interrogativo è se l’uccisione dell’animale era necessaria. Come contraltare, c’è un uomo che ha riportato ferite alle braccia e ad un fianco, per le quali i sanitari hanno dovuto applicare venti punti di sutura, che ha subito un grave  choc.

ddd

A raccontare quei momenti, è la stessa vittima. << Il cane era di mia figlia – racconta Serratutti i giorni, o quasi, mi recavo a casa sua per prendermi cura di lui, spesso riusciva a slegarsi, ed essendo molto grosso pesava oltre 70 chili, solo io riuscivo a rilegarlo. Avevamo un rapporto splendido, in tre anni non ha mai avuto un atteggiamento aggressivo nei confronti di nessuno, era solo un po’ irrequieto. Quella sera stavamo giocando, all’improvviso ha preso la mano tra i denti e ha iniziato a stringere. Poi mi ha azzannato il braccio. Lì ho capito che ero in pericolo. Ho cominciato ad urlare, mia figlia è uscita ha recuperato un bastone per cercare di allontanarlo, ma lui ha afferrato l’altro braccio e mirava al collo. Più lo spingevo, più si inferociva. Pensavo che mi avrebbe ucciso>>. Le grida di Serra terrorizzato hanno attirato l’attenzione del vicino di casa,  che ha preso il fucile da caccia, regolarmente detenuto e ha sparato in aria per spaventarlo. E’ stato inutile, il Corso non ha mollato la presa. Pochi attimi per pensare, davanti ai suoi occhi l’amico in pericolo di vita. Così ha sparato uccidendo il cane.  Serra è stato trasportato in ospedale, dove è stato ricoverato per alcuni giorni.  Occorreranno dei mesi per la guarigione completa delle ferite riportate, molto di più per superare lo choc psicologico per quanto accaduto. La carcassa del cane sarà sottoposta ad autopsia anche per verificare una possibile patologia cerebrale. Il fucile è stato sequestrato. << Non oso immaginare se il vicino non fosse intervenuto forse non sarei   –  afferma  Serra –  qui a raccontarlo. Rispetto a quanto è successo sono contento che abbia aggredito me e non mia figlia che, comunque, ha subito un gran spavento. Ha assistito alla scena. Ha cercato di far allontanare il cane con un bastone senza riuscirci. E’ stato davvero un incubo. Ancora oggi, non mi spiego come mai si è così inferocito, con lui avevo un rapporto splendido. E’ una razza che amo molto, ho altri cani  a casa della stessa razza ma non ho mai avuto problemi. Mi dispiace anche per il vicino di mia figlia, che dovrà affrontare un procedimento giudiziario per aver ucciso il cane. E’ stata una vicenda che ha creato in tutti noi grande sconcerto e tristezza  >>.

 

antico pastaio

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

banner-mutuo-220x180

Cronaca

carabinieri-siena-167749.660x368

Colliano. Tentata rapina in tabaccheria: titolare mette in fuga ladro

Colliano. Tentata rapina ad una tabaccheria in via Valva Ponte Maiale. Il fatto è accaduto ieri sera, prima della chiusura […]

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v80), quality = 82

Albanella. Truffattori a Bosco: “C’è un pacco per tuo nipote, devi pagare 800 euro”

Albanella. Ancora truffatori in azione sul territorio comunale di Albanella. Questa volta nel mirino è caduta R.C. settantenne residente nella […]

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada