APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Roccadaspide, castagne: “Sarà l’anno peggiore di sempre” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

Castagni

Sarà la stagione peggiore di sempre per il comparto castanicolo salernitano che accusa una flessione del 90% nella produzione. In pratica un disastro, quello fotografato da Coldiretti Salerno, che incontrerà giovedì 6 ottobre alle 18, a Roccadaspide, produttori e amministratori, per definire soluzioni che consentano di “salvare” la stagione. All’incontro prenderanno parte il presidente di Coldiretti Salerno, Vittorio Sangiorgio, il direttore Enzo Tropiano e Roberto Mazzei, esperto di castanicoltura. Coldiretti Campania ha già affidato alla Commissione regionale Agricoltura alcune proposte per far fronte alla crisi del settore, in particolare sollecitando per la nuova programmazione europea l’attivazione delle misure 5, 1 e 2, relative rispettivamente a ripristino del potenziale agricolo danneggiato da calamità naturali, al trasferimento di conoscenze e ai servizi di consulenza. Coldiretti ha chiesto anche di avviare l’iter per una nuova legge regionale sulla castanicoltura. “Quest’anno, oltre al cinipide galligeno del castagno – spiega il direttore di Coldiretti Salerno, Enzo Tropiano – abbiamo avuto condizioni climatiche molto sfavorevoli che hanno contribuito a ridurre fino al 90% la raccolta, al minimo storico. E’ una situazione che ovviamente colpisce non solo i produttori castanicoli ma tutta la filiera, con diversi migliaia di posti di lavoro che non potranno essere creati e con molte aziende che faticheranno a produrre il reddito minimo indispensabile per sopravvivere. E’ necessario attivare indennizzi compensativi”. La provincia di Salerno vanta il maggior numero di aziende agricole e la più ampia superficie investita con quasi 6mila ettari vocati a castagneti tra la zona a ridosso con l’Irpinia che ricade nell’areale di produzione della Castagna di Serino e quella del Marrone di Roccadaspide. “La crisi dei raccolti favorirà le importazioni – rivela Tropiano – i consumatori si troveranno nel piatto quasi esclusivamente castagne straniere provenienti soprattutto da Spagna, Turchia e Slovenia, magari spacciate come nazionali o, ancor peggio, locali”. Il Cinipide galligeno del castagno è oggi presente in tutti i comuni castanicoli campani. Le perdite economiche, nel solo settore agricolo, superano i 50 milioni di euro. Si sono perse circa 250.000 giornate lavorative nella sola fase di raccolta, altrettante nelle fasi di prima e seconda lavorazione.

Webp.net-gifmaker

banner bbc aquara sito

antico pastaio

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Cronaca

coronavirus

Covid-19: Tre morti oggi nel Vallo di Diano

Sono tre le persone che sono morte a causa del Coronaviurs oggi nel Vallo di Diano. Questa notte è deceduta nell’ospedale […]

incidente 17enne salerno

Salerno. 17enne non si ferma posto di blocco e scappa: voleva andare dalla fidanzata

Salerno. Ruba l’auto del compagno della mamma per andare dalla fidanzata: non si ferma ad un blocco dei carabinieri e […]

Roccadaspide

roccadaspide2

Roccadaspide. Migliorano condizioni bimba,”Giudicati contagiati prima esito tampone”

Roccadaspide. Migliorano le condizioni della bimba in quarantena con la sua famiglia. A quanto pare la febbre è scesa,  la […]

gabriele iuliano

Roccadaspide. Famiglia in quarantena: bimba con febbre alta

Un intero nucleo familiare di 7 persone di origini rumene residente a Roccadaspide è stato posto in regime di quarantena […]

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada