APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Relazione Dia: le mani dei clan malavitosi sulla provincia di Salerno Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

dia

Salerno. Pubblicata la relazione della Direzione investigativa antimafia relativa al primo semestre del 2018. Secondo il documento, le mafie traggono linfa vitale necessaria a rigenerarsi in soggetti sempre più giovani, impiegati in professioni poco qualificate o senza occupazione.

Le organizzazioni investono sempre di più su imprenditori e liberi professionisti, ma arruolano anche operai comuni e soggetti in attesa di occupazione nella fascia di età compresa tra 18 e 40 anni. 

LA SITUAZIONE IN PROVINCIA DI SALERNO
Da Agropoli, comune che delimita il confine tra la Piana del Sele e l’area del Cilento, permane l’attività criminale della famiglia di nomadi stanziali Marotta, dedita ai reati di tipo predatorio, all’usura, al traffico di stupefacenti e al riciclaggio di capitali illecitamente accumulati. Inoltre, nel comprensorio circostante, in particolare a Capaccio Paestum, è attivo il gruppo Marandino, il cui promotore è uno storico esponente della disciolta Nuova Camorra Organizzata. Questo sodalizio rimane particolarmente attivo soprattutto nelle tradizionali attività della criminalità organizzata e nel riciclaggio dei profitti: ne è un esempio il provvedimento di confisca, eseguito a marzo dalla DIA di Salerno, nei confronti di un soggetto affiliato al gruppo Marandino, che ha riguardato beni per un valore di circa 3 milioni di euro. Rimane alta, poi, l’attenzione verso i tentativi di infiltrazione nella pubblica amministrazione da parte della locale criminalità organizzata, come è stato accertato con un’ordinanza di custodia cautelare, eseguita, nel mese di marzo, dai Carabinieri di Salerno e Caserta, nei confronti di 9 soggetti, ritenuti responsabili dei reati di abuso d’ufficio, omissione di atti d’ufficio, nonché induzione a dare o promettere utilità.

Nel comprensorio che riguarda il Medio e Basso Cilento, non si segnalano sodalizi autoctoni di criminalità organizzata. Il territorio risulta tuttavia esposto ai fenomeni di corruzione di pubblici amministratori e di condotte illecite di pubblici funzionari. Una conferma è data da due operazioni dei carabinieri di Vallo della Lucania, con la prima delle quali hanno arrestato, nel mese di aprile, 5 persone per associazione per delinquere finalizzate alle truffe ai danni dello Stato per l’erogazione di contributi per le imprese. Con la seconda, di maggio, sono state arrestate 9 persone, tra imprenditori ed amministratori del Comune di San Mauro Cilento, per corruzione, abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti e del procedimento di scelta del contraente, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e concussione, in relazione ad appalti per la fornitura di pubblici servizi.

L’area della Piana del Sele, che include il comune di Eboli, su cui fino agli anni ‘90 operava in piena egemonia il clan Maiale, ha visto la ricomparsa sulla scena criminale locale di esponenti di spicco del citato sodalizio, ritenuti in grado di riprendere le redini del controllo del territorio, mediante investimenti e attraverso le tipiche attività criminali, quali le estorsioni, le rapine, il traffico di stupefacenti, il riciclaggio e l’usura. Una conferma è data da un’operazione dei carabinieri che, nel mese di giugno, ha portato all’arresto di 3 soggetti contigui al clan Maiale, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione, lesioni e reati in materia di armi, con l’aggravante del metodo mafioso. Inoltre, sempre a giugno, la Dia di Salerno ha eseguito la misura di prevenzione della confisca di beni, per un valore complessivo di circa 2 milioni di euro, nei confronti di un soggetto contiguo sia al clan Maiale di Eboli, sia al clan Serino di Sarno.

A Battipaglia permane l’azione criminale del clan Pecoraro-Renna, nonostante si siano verificate, nel tempo, scissioni ad opera di alcuni affiliati che hanno costituito autonomi gruppi criminali (clan Trimarco, clan Frap-Paolo, clan Giffoni). Attualmente, il sodalizio vive un momento di particolare fervore operativo, nonostante il basso profilo mantenuto, avvalendosi di nuove leve, i cui compiti prioritari sono quello di proseguire negli affari illeciti in cui lo stesso clan è storicamente coinvolto e quello di garantire il mantenimento delle famiglie degli affiliati detenuti. A conferma di ciò, a maggio, è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 18 persone, ritenute contigue al clan Pecoraro – Renna, responsabili di associazione finalizzata al traffico, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Sul territorio che comprende i comuni di Bellizzi, Pontecagnano Faiano, Montecorvino Rovella e Montecorvino Pugliano permane l’operatività del clan De Feo, che può contare sulla recente scarcerazione di uno dei capi storici del sodalizio.

In merito alle dinamiche sul territorio, nella città di Salerno, ove permane, con un ruolo di primo piano, il clan D’Agostino, si registra anche l’operatività di gruppi emergenti che, nel tentativo di occupare gli spazi lasciati liberi dall’arresto di esponenti del citato sodalizio, ricorrono spesso anche ad azioni cruente. È quanto si evince dall’indagine che, il 9 giugno 2018, ha portato all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 6 soggetti che, per acquisire spazi nel mercato della droga cittadino non hanno esitato a commettere un omicidio.

A Vietri sul Mare, porta della Costiera Amalfitana, stando alle risultanze investigative, si rileva l’interesse criminale di un gruppo delinquenziale composto da membri della locale famiglia Apicella, già destinataria di provvedimenti restrittivi per aver imposto servizi di soccorso, rimozione e custodia giudiziale dei veicoli con proprie ditte, nonché gestito abusivamente stabilimenti balneari. Nei centri montani di Sant’Egidio del Monte Albino e Corbara opera un gruppo, emanazione del clan Sorrentino, anch’esso dedito alla gestione delle attività illecite sul territorio.

Nel comune di Cava de’ Tirreni, immediato entroterra della costiera amalfitana e confinante con i comuni dell’agro nocerino-sarnese, permane l’influenza criminale dello storico clan Bisogno che, tramite una propria articolazione, il gruppo Zullo, continua a gestire le attività illecite sul territorio cittadino. Una conferma dell’operatività di questa compagine è venuta dall’indagine dei carabinieri di Nocera Inferiore che, il 14 giugno 2018, ha portato all’arresto di 11 persone, responsabili di traffico e spaccio di stupefacenti. Sempre a testimoniare l’attuale operatività del clan BISOGNO, il 5 giugno 2018, la DIA di Salerno ha eseguito una confisca di beni, nei confronti di un affiliato al sodalizio, per un valore di circa 300 mila euro.

Nella Valle dell’Irno, per decenni interessata dalla presenza dei clan avellinesi Cava e Graziano, si rileva l’operatività di una neo-costituita consorteria criminale, promossa e organizzata da un pregiudicato originario di Pagani, il quale, attraverso sodali della zona, si è imposto quale referente locale sia per le attività estorsive in danno di commercianti sia per il traffico di stupefacenti. Nei centri di Baronissi, Fisciano e Lancusi, interessati dalla presenza di importanti insediamenti commerciali e del vasto indotto che ruota intorno al polo universitario, è presente il locale clan Genovese che nonostante sia stato oggetto di numerose iniziative giudiziarie esercita ancora una influenza criminale sul territorio. Circa le dinamiche criminali nel comprensorio dell’Agro nocerino-sarnese, geograficamente confinante con la provincia meridionale di Napoli, molte delle storiche compagini si sono sfaldate in gruppi minori, retti da individui di maggiore caratura criminale. Tali gruppi starebbero gestendo una quota di interessi illeciti con il placet di consorterie più strutturate o di sodalizi insistenti nelle limitrofe province di Napoli ed Avellino.

A Nocera Inferiore si conferma l’operatività del clan Mariniello, consorteria criminale facente capo ad uno storico esponente della Nuova Camorra Organizzata, rintracciato e tratto in arresto, il 27 marzo 2018, a Las Palmas (Spagna), in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso per i reati di usura ed estorsione, aggravante del metodo mafioso.

Nel territorio di Angri, le attività di contrasto eseguite nel recente passato hanno consentito di ridurre in modo significativo l’operatività dello storico clan Tempesta. Tuttavia, il ritorno in libertà di alcuni esponenti di quest’ultima organizzazione potrebbe favorire sia l’aggregazione di elementi più attivi dei gruppi locali emergenti, sia accordi con i sodalizi attivi nei Comuni vicini e dell’area vesuviana.

A Pagani è ampiamente confermata la presenza del clan Fezza-Petrosino-D’Auria che, sebbene colpito nella sua operatività da diverse operazioni di polizia e dalle collaborazioni con la giustizia intraprese da alcuni affiliati, può contare ancora su una notevole forza militare e su ingenti disponibilità economiche derivanti dal- l’usura, dalle estorsioni e dal traffico di stupefacenti, vantando una fitta rete di collaborazione con altri sodalizi campani. Quest’ultimo aspetto si dimostra particolarmente attuale, come è emerso dall’operazione condotta dai Carabinieri, nel mese di giugno, che ha portato all’arresto di 5 soggetti, di cui uno di nazionalità spagnola, ed al sequestro di kg. 230 di hashish occultati in un carico di arance provenienti dalla Spagna e trasportati su un autoarticolato destinato al mercato ortofrutticolo di Pagani.

A Sarno permane la piena operatività del clan Serino, i cui affiliati sono dediti ad estorsioni, usura, traffico di stupefacenti ed al reinvestimento in attività commerciali e ricreative dei proventi illecitamente accumulati. In tale contesto, nel mese di giugno, i Carabinieri hanno eseguito la misura di prevenzione patrimoniale della confisca di beni, del valore di circa 700 mila euro, nei confronti di un affiliato.

Nel comune di Scafati, per la sua posizione di confine tra la provincia di Salerno e quella di Napoli, permane una forte presenza sia dei locali clan Loreto – Ridosso e Matrone,  dediti al traffico di stupefacenti, all’usura, alle estorsioni e all’infiltrazione nelle attività economico-produttive e amministrative, sia dei sodalizi della vicina area vesuviana e stabiese. Questa promiscuità di organizzazioni criminali determina non solo una elevata criticità nella gestione degli affari illeciti, ma anche episodi di instabilità criminale, di cui sono sintomo atti intimidatori di varia natura.

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Agro-nocerino-sarnese

22enne nocera

Nocera, schianto in scooter: non ce l’ha fatta Fabio Milite

Nocera Superiore. Non ce l’ha fatta Fabio Milite, il 22enne di Nocera Superiore rimasto gravemente ferito in un incidente stradale […]

ospedale-scafati

Riorganizzazione ospedale Scafati, Nursind: “Diffidiamo a procedere”

  Scafati. Riorganizzazione del presidio ospedaliero di Scafati: ecco il comunicato stampa a firma del segretario Nursind Biagio Tomasco. “Si […]

Agropoli

foto gara

Gara casalinga contro Sarno per la New Basket Agropoli

Agropoli. La New Basket Agropoli, dopo la bella e faticosa vittoria in quel di Angri, torna sul parquet del Pala […]

guardia di finanza salerno

Agropoli, finti costi noleggi: sequestro da 52mila euro per imprenditore

Agropoli. La Guardia di Finanza di Salerno ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, per l’importo di circa […]

Battipaglia

LIDL

Battipaglia, questione Lidl: Tar dà ragione Comune

Battipaglia. Il Tribunale Amministrativo Regionale Campania annulla la richiesta di sospensione della delibera di Giunta Comunale n. 145/2018 recante l’approvazione […]

rifiuti

Battipaglia, gestione rifiuti speciali: incontro Comune e Governo

Battipaglia. E’ di ieri l’incontro tenutosi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per il coordinamento amministrativo – Ufficio […]

Capaccio

rispoli csa

Capaccio, situazione Paistom. Rispoli: “Si freni l’illegalità”

Capaccio Paestum. “In tutti i modi bisogna mettere un freno alla situazione di illegalità e garantire servizi efficaci ed efficienti […]

pignata

Capaccio, al ristorante “La Pignata” serata del fritto

Capaccio Paestum. Tutto pronto per la “Serata del fritto” in programma il prossimo 28 marzo presso il ristorante “La Pignata”. […]

Cilento

giungano

Giungano, una strada tra area Pip e struttura gestione servizi

Giungano. Realizzazione della strada di collegamento con l’area Pip e una struttura finalizzata allo sviluppo e all’allocazione di microimprese e […]

emozioni di emilia colangelo

[VIDEO] Bcc Capaccio Paestum e Serino: inaugurata la mostra “Emozioni”

Capaccio Paestum. Ritornano gli appuntamenti con l’Arte del BCC Space: è stata inaugurata ieri la mostra personale di Emilia Colangelo […]

Cronaca

oli esausti altavilla

Altavilla, centro raccolta oli esausti: “Bilancio positivo primo anno”

Altavilla Silentina. A un anno dall’attivazione del centro di raccolta oli esausti ad Altavilla Silentina, il Comune, retto dal sindaco […]

massimo cariello

Eboli, incontri tutela animali a scuola: “Bambini strumentalizzati”

Eboli. Atti di strumentalizzazione e mistificazione della realtà davanti ad una platea di bambini nel primo incontro della campagna di […]

Eboli

eboli istituzioni

Eboli, intesa valorizzazione siti archeologici

Eboli. I siti archeologici della città, testimonianza della storia del territorio ed attrattori di flussi turistici e nuova economia, al […]

polfer

Danneggia finestrini su regionale Eboli-Napoli: vandalo in manette

Martedì scorso, è stato individuato G.D., di anni 47, pregiudicato, residente nel salernitano, in quanto sul treno Reg. 7890 Eboli-Napoli […]

Piana del Sele

impianto

Impianto stoccaggio rifiuti Salerno, SI:”Comune Pontecagnano si opponga”

Pontecagnano Faiano. Impianto di stoccaggio e trattamento rifiuti pericolosi. Sinistra Italiana denuncia i silenzi dell’amministrazione comunale sul Puc cittadino. “Esattamente […]

basket bellizzi

Basket Bellizzi, al PalaBerlinguer arriva Cercola

Bellizzi. Ultimo impegno tra le mura amiche in regular season per il Semprefarmacia.it Basket Bellizzi. Nel 24° turno del campionato […]

Salerno

Elezioni-comunali-2018-dove-e-quando-si-vota-in-Italia

Election Day: si vota il 26 maggio in 49 Comuni salernitani

Salerno. Sono 49 i Comuni salernitani al voto: le elezioni si svolgeranno il prossimo 26 maggio, in concomitanza con quelle […]

nas salenro

Nas Salerno sequestrano 140 dispositivi medici e 241 confezioni integratori alimentari

Salerno. I militari del Nas di Salerno, al fine di contrastare l’illecita commercializzazione di dispositivi medici ed integratori alimentari contraffatti, […]

Sele Picentini

angelo rispoli

Pontecagnano. Vertenza rifiuti,Rispoli Fiadel:”Chiediamo confronto”

“Da giorni i mezzi per la raccolta dei rifiuti sono fermi e solo la professionalità dei lavoratori sta evitando un’emergenza […]

pontecagnano piazza sabbato

Pontecagnano, risolto blocco raccolta rifiuti

Pontecagnano Faiano. L’amministrazione Lanzara risolve con successo la questione del blocco della raccolta rifiuti operato nel corso delle ultime ore […]

Valle del Calore e Alburni

consiglio comunale castel san lorenzo

Castel S.Lorenzo, convocato consiglio comunale

Castel San Lorenzo. Convocato in seduta ordinaria in prima convocazione, per il prossimo 29 marzo alle 20.30, il consiglio comunale […]

navetta studenti

Roscigno- bivio Sp342 Corleto, Comune chiede istituzione navetta studenti

Roscigno. Riorganizzazione del trasporto pubblico in Provincia di Salerno, Comune propone nuova tratta per la mobilità interna del Cilento. Il 21 […]

Valle dell'Irno

Ance Aies

Pellezzano, Bcc Aquara si confronta con Regione e Confindustria

Pellezzano. Un confronto importante con Regione, Confindustria, Università ed imprenditori vedrà impegnata la Bcc di Aquara sabato 23 marzo alle […]

parroco

Baronissi, 22enne ruba portafoglio parroco: denunciata

Baronissi.Una ventiduenne cerca di rubare il portafoglio a un parroco: beccata grazie alla videosorveglianza nella sagrestia. Per lei è scattata […]

Vallo di Diano

Alexander-Pascuzzo-780x405

Buonabitacolo, omicidio Pascuzzo: richiesta perizia psichiatrica per Lapenta

Buonabitacolo. Si è tenuta questa mattina la prima udienza sulla morte del 18enne Antonio Pascuzzo, ucciso nell’aprile dello scorso anno dal […]

lavoro 2

Atena Lucana, azienda cerca geometra

Atena Lucana. L’azienda Priore Porte, cerca un geometra in grado di utilizzare AutoCad da inserire in organico.Gli interessati possono contattare […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada