APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Parco del Cilento, Iannuzzi: “Spiragli per nuovi insediamenti giovani” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

Salvatore_Iannuzzi 1

Parco del Cilento. Basterà una polizza fideiussoria a garanzia del proprio impegno, ai giovani imprenditori, per accedere ai finanziamenti Psr e creare nuovi insediamenti nell’area Parco.

Si sblocca in questo modo la paradossale situazione che vedeva l’impossibilità per i giovani di avviare insediamenti agricoli nell’area protetta in quanto non qualificati come imprenditori agricoli professionisti. Il Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, dopo il pressing del presidente della Comunità del Parco Salvatore Iannuzzi sulla necessità di garantire l’insediamento dei giovani in agricoltura, ha prodotto un primo atto deliberativo che apre la strada agli aspiranti agricoltori attraverso la sottoscrizione di una polizza fideiussoria a garanzia dell’area protetta.  Iannuzzi aveva ricevuto decine di denunce da parte di giovani che, di fatto, a causa dei dinieghi emessi dal Parco sulle concessioni edilizie funzionali alla partecipazione bandi PSR pubblicati dalla regione Campania  si vedevano precluso un avvenire in agricoltura.  Un “paradosso normativo”, che impediva a giovani imprenditori di insediarsi nel territorio del Parco.

“Se da un lato – spiega Iannuzzi – si registravano misure Psr altamente incentivanti per il primo insediamento di giovani in agricoltura, dall’altro si osservano le limitazioni assolute imposte dalla legge 394/91 e dal Piano del Parco che consente la realizzazione di strutture aziendali unicamente a imprenditori agricoli a titolo professionale, in possesso di conoscenze specifiche e che hanno conseguito reddito prevalente in ambito agricolo”. Un paradosso evidente, dunque, che impediva ai giovani di accedere ai finanziamenti, escludendo, di fatto, i nuovi insediamenti in agricoltura. “Per queste motivazioni – spiega Iannuzzi – ho avviato una protesta che ha coinvolto governo nazionale, Regione e Provincia oltre che lo stesso Parco. Ho chiesto di riformare, in particolare nelle aree protette, sia la disciplina per il rilascio del titolo di imprenditore agricolo a titolo professionale che quella che regolamenta, nei diversi livelli istituzionali e nelle “regole” dei piani Parco, in termini urbanistici e edilizi, la realizzazione di nuove strutture funzionali ad attività agricole nelle aree protette. L’azione, condivisa e sostenuta dai sindaci del “parlamentino verde”, ha trovato immediatamente il sostegno dell’intera amministrazione provinciale di Salerno, che lo scorso 18 dicembre, all’unanimità, ha accolto la mia proposta e chiesto al Parco e la Regione di attivarsi in merito”.

Iannuzzi ha incassato anche il sostegno del consigliere del governatore De Luca, delegato all’Agricoltura, Franco Alfieri che si è impegnato nell’elaborazione di una proposta intesa ad attuare le modifiche richieste. Nella giornata di ieri è stata anche pubblicata una delibera da parte del Parco del Cilento che disciplina la materia, prevedendo una polizza fideiussoria  da parte dell’aspirante agricoltore che, in questo modo, può ottenere il nulla osta a costruire e, contestualmente, garantire circa la sua reale intenzione di impegnarsi in agricoltura fino al conseguimento del titolo di imprenditore professionale. “Credo – afferma Iannuzzi – di aver creato, con l’ausilio di tutti, una grande sinergia di vedute e di attenzione sul problema e di aver studiato e proposto soluzioni utili, tanto nel breve termine, con il ricorso a soluzioni tampone, quanto soluzioni strutturali intese a cambiare le regole del Piano del Parco e della legislazione di settore. I problemi si risolvono se vengono studiati, sviscerati e risolti con azioni nette e decise. I nostri territori muoiono, non c’è più tempo per indugi e perplessità. Amministratori e cittadini condividono le nostre azioni. I territori dell’area protetta, vanno rilanciati, non posso continuare a pagare altri prezzi oltre alle limitazioni esistenti e ai danni da fauna selvatica. L’agricoltura non può morire e se non si interviene con soluzioni strutturali la gente continuerà a scappare da questi posti”.

modal gif

banner-trattoria-angela-sito

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Box Idrostrade 1

animazione voe di strada - contadina 2

botteghe autore

banner_casasmart_220x180

Cilento

comune sessa cilento

Sessa Cilento, riscossione tributi: Comune affida servizio a società esterna

Sessa Cilento. Il Comune è pronto ad affidare l’incarico di riscossione coattiva delle entrate dell’ente a una società esterna. Si […]

Qui trovi #unsaccogiusto

Torchiara, commercianti aderiscono a “Un sacco giusto”

Torchiara. Qualche giorno fa il Circolo Legambiente Ancel Keys Torchiara- Alto Cilento ha lanciato una campagna di sensibilizzazione: tutte le […]

Cronaca

spiagge volontari

Capaccio, spiagge invase dalla plastica

Capaccio Paestum. Tredici chilometri di costa invasi dalla plastica portata a riva dal mare. Non c’è tregua per le spiagge […]

comune-capaccio

Capaccio, Comune assume vigile e responsabile Area Demanio

Capaccio Paestum. Nuove assunzioni al Comune di Capaccio Paestum: contratti a tempo indeterminato per un vigile urbano e un funzionario […]

Valle del Calore e Alburni

scuola castel san lorenzo

IC Castel San Lorenzo: proposto cambio denominazione

Castel San Lorenzo. Proposta cambio di denominazione per l’Istituto Comprensivo. A seguito della razionalizzazione degli istituti scolastici da parte del […]

16-farmacia_li_la-85

Farmacia Aquara, Brenca: “Puntiamo gestione comunale”

Aquara. “Proveremo ad esercitare il diritto di prelazione in Regione Campania, ovvero ad acquisire la farmacia facendola diventare comunale”. Così […]

Vallo di Diano

19429817_1326456577469321_6837244085463278628_n

Sanza, minoranza contro sindaco: “Dove sono i cambiamenti tanto attesi?”

Sanza. “E li chiamano cambiamenti!”; è il manifesto affisso in paese da parte dell’opposizione, contro il sindaco Vittorio Esposito e la […]

raffaele accetta sindaco monte san giacomo

Monte S.Giacomo, alternanza scuola-lavoro: Comune firma convenzione

Monte San Giacomo. Il Comune amministrato da Raffaele Accetta è pronto ad accogliere i nuovi tirocinanti dell’alternanza scuola-lavoro. Infatti proprio […]

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

beauty banner

output_fieBuC

Webp.net-gifmaker

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-edicola-laura

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

ceramiche-ruggiero-banner

banner-Coviello-II-fascia

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada