APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Paestum. Proprietà complesso Nettuno: decide il Tar Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

ristorante nettuno

Capaccio Paestum. Complesso immobiliare Nettuno: l’Ente per le antichità e i monumenti della provincia di Salerno ne rivendica la proprietà e ricorre al Tar. Il provvedimento fa seguito ad una delibera di giunta di indirizzo  con la quale è stato disposto l’attivazione di un’azione tesa a rientrare nella proprietà del compendio immobiliare situato in via Nettuno.

Si tratta di beni acquisiti dal Comune, con atto di compravendita del Podestà, nel 1931 poi passati all’Ente per le antichità e i monumenti della provincia di Salerno. Il bene è attualmente concesso in locazione alla società “Ristorante Nettuno”. Il Comune si è opposto al ricorso notificato davanti al Tar dall’Ente per le antichità, decidendo di resistere in giudizio. Alla base dell’opposizione, il fatto che l’atto di donazione non avrebbe mai prodotto effetti e che sarebbe, dunque, proprietà del Comune. “Il Nettuno o è dell’Ente per le antichità o del Comune. Come sindaco e cittadino di questa terra – afferma il sindaco Franco Palumbo –  auspicherei che il complesso immobiliare Nettuno anziché andare all’Ente per le antichità possa ritornare nel patrimonio del Comune. Dobbiamo vedere da un punto di vista civilistico di chi è la proprietà del complesso immobiliare. Dobbiamo capire questo,  rivendichiamo quelle che sono delle legittime aspettative di un territorio, e spero che il Nettuno torni alla città di Capaccio Paestum. In ogni caso, chiunque sia il proprietario il Comune o l’Ente per le antichità, la gestione dell’immobile dovrà essere affidata attraverso l’evidenza pubblica. Le cose vanno affrontate con chiarezza nel rispetto degli interessi della comunità e delle regole”.

Il ristorante Nettuno fu realizzato nel 1929, in seguito all’ampliamento di una casa colonica, risalente alla seconda metà dell’800, che inglobava fin dall’origine una delle torri appartenenti a Porta Giustizia, di epoca greco lucana. L’antica fabbrica fu trasformata  in sala ristorante e fu  luogo di ristoro per gli innumerevoli viaggiatori.

modal gif

banner-trattoria-angela-sito

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Box Idrostrade 1

animazione voe di strada - contadina 2

botteghe autore

banner_casasmart_220x180

Capaccio

valcalore

[VIDEO] Alla Bcc Capaccio Paestum presentata la “Nuova Valcalore”

Castel San Lorenzo. La cantina sociale di Castel San Lorenzo è stata per molti anni il cuore pulsante dell’economia del […]

enzo sica

Capaccio, Sica: “Palumbo semina odio sociale, la politica intervenga”

Capaccio Paestum. Dipendenti “corrotti”: sulla questione interviene l’ex sindaco di Capaccio Paestum Enzo Sica. Di seguito la nota stampa: “In […]

Cronaca

agropoli fornace

Agropoli, 100mila euro per il Museo nell’ex fornace

Agropoli. Approvato il progetto definitivo per il recupero dell’area dell’ex fornace con la messa in atto delle opere complementari finalizzate […]

pedofilia-pedofilo-abuso-abusi

Salerno,abusi su bimba: 9 anni a pedofilo

Salerno. Nove anni di carcere al parcheggiatore abusivo che approfittò dei figlioletti delia coppia che lo ospitava. Anche la Cassazione […]

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

beauty banner

output_fieBuC

Webp.net-gifmaker

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-edicola-laura

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

ceramiche-ruggiero-banner

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada