APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Giffoni, condannato padre pedofilo Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

abusi

Giffoni Valle Piana. Quindici anni di abusi e violenze sessuali, consumati da quel padre che ne aveva fatto la sua preda da quando aveva sei anni. La parola fine l’ha messa ieri una sentenza emessa al termine del rito abbreviato, che ha condannato il genitore, R.M. di 55 anni, ricostruendo il calvario  da cui la ragazza era riuscita ad uscire solo quando aveva trovato il coraggio di andarsene da casa.  L’uomo è stato arrestato lo scorso maggio ed è tuttora ai domiciliari. Secondo l’accusa costringeva la figlia a compiere atti sessuali sotto la minaccia di picchiare la madre malata. La ragazza ha raccontato di aver subito rapporti sessuali completi sino al 2006, quando anche il padre si è ammalato. Malgrado l’infermità, l’uomo continuava a toccarla nella parti intime e a farsi toccare, finché lei non ha deciso di lasciare la casa familiare. Ieri mattina si è presentata per la prima volta nell’aula di udienza, assistita dall’avvocato Antonio Mondelli e affiancata dall’associazione “Mai più Lucrezia”, che si è costituita parte civile tramite l’avvocato Lucia Cerino. Il giudice ha condiviso la loro ricostruzione della vicenda, respingendo le tesi dell’avvocato difensore ch emetteva in dubbio l’attendibilità della ragazza. “Quando ho saputo dell’arresto di mio padre – ha dichiarato la ragazza – sono scoppiata a piangere. Non intendevo infliggergli una punizione così esemplare, volevo solo che mi lasciasse in pace. Sono stata costretta a sollevare questo polverone che mi provoca tanto dolore, soprattutto quando penso a mia madre”. La donna sarebbe stata a conoscenza degli abusi, ma non avrebbe avuto la forza di impedirli. “E’ una vittima a sua volta – ha spiegato la giovane – Mio padre la picchiava a sangue tutte le volte che io rifiutavo di avere rapporti con lui, perciò cedevo”.

(c.d.m.)

modal gif

banner-trattoria-angela-sito

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Box Idrostrade 1

botteghe autore

logo_bcc_buccinocomunicilentani_logobordo-02

Cronaca

carcere

Detenuta carcere Rebibbia lancia dalle scale i due figli: uno è morto

Una donna detenuta nel carcere di Rebibbia, a Roma, ha tentato di uccidere i suoi due figli gettandoli dalle scale. Uno dei due bambini è morto, l’altro è in […]

rifiuti postiglione

Albanella. Abbandono rifiuti: pugno duro e sanzioni fino a 6000 euro

Albanella. Troppi rifiuti abbandonati sul territorio comunale:pugno duro del sindaco Renato Josca. Continua infatti, il deposito incontrollato di rifiuti su tutto […]

Piana del Sele

matteo salvini

Campagna, “Stai attento, Salvini”: la minaccia nel centro storico

“Stai attento Salvini”. È la scritta comparsa nel centro storico di Campagna (Salerno), accompagnata dal disegno di un teschio. L’episodio […]

pontecagnano_comune_500

Raccolta differenziata Pontecagnano, sorgerà Infopoint

Pontecagnano Faiano. Raccolta differenziata, a breve Infopoint. L’iniziativa nasce dall’amministrazione comunale retta da Giuseppe Lanzara, e la volontà dell’assessore alla bellezza, […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

beauty banner

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada