APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Esondazioni Sele, bloccati lavori rinforzo argini: sindaci, tecnici e associazione in Prefettura Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

fiume sele

Capaccio Paestum. Rischio esondazione fiume Sele a causa dei lavori bloccati: oggi incontro in Prefettura con l’associazione “Difesa del territorio”, il sindaco di Altavilla Silentina Antonio Marra, i tecnici del Genio civile e del Consorzio di bonifica.

I lavori di posa del materiale litoideo, per arginare il pericolo esondazione, sono andati avanti fino a una decina di giorni di fa. Poi è sopraggiunto lo stop richiesto dal vertice regionale che rappresenta la Riserva Sele-Tanagro, a cui spetta la competenza sugli interventi, con la sospensione delle autorizzazioni al Consorzio di bonifica per la posa della ghiaia a rinforzo degli argini del fiume. A spiegare l’accaduto è il presidente dell’associazione “Difesa del territorio”, Matteo Castoro. “Fino a dieci giorni fa – dichiara Castoro – all’interno del fiume Sele si procedeva con tranquillità, grazie ai lavori di somma urgenza eseguiti nelle aree critiche. All’improvviso, però, il rappresentante regionale della Riserva Sele-Tanagro ha posto il veto, interrompendo di fatto gli interventi e senza spiegarci effettivamente il perché di questa scelta. Si tratta di opere di estrema utilità per evitare il pericolo esondazione: nel corso delle ispezioni effettuate lungo il fiume, abbiamo avuto modo ad esempio di vedere la bellissima scogliera realizzata a Brecciale, uno dei punti più critici. Ora, però, è nuovamente tutto fermo e il rischio aumenta ogni giorno di più”.

L’associazione si è mossa immediatamente, coinvolgendo le istituzioni a più livelli. “Abbiamo inoltrato una richiesta di intervento – spiega Castoro – al ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio, Sergio Costa, ma anche alla Regione Campania, alla Provincia di Salerno, alla Prefettura, al Genio civile, al Consorzio di bonifica e ai Comuni interessati per sensibilizzare alla problematica che è seria. Basti pensare che a poca distanza dell’alveo da dove fu tolto il primo isolotto è stata individuata un’erosione della golena di circa 8 metri. Durante future piene, questo potrebbe rappresentare uno dei punti di maggiore criticità, che potrebbe saltare”.

DAL COMUNE DI CAPACCIO 10MILA EURO PER TAMPONARE

Nella mattinata di ieri, intanto, l’associazione ha incontrato il Consorzio di Bonifica e il Genio Civile. Assente il rappresentante della Riserva Foce Sele-Tanagro. “Non si è potuto dare esecuzione – dichiara Castoro – alla ripresa dei lavori, ma è stato semplicemente sottoscritto un verbale di constatazione, rinviando l’incontro ad altra data. Sia il Comune di Capaccio Paestum che quello di Altavilla Silentina, insieme con i rappresentanti del Consorzio capeggiati dal presidente Roberto Ciuccio, si sono già recati in Regione Campania per parlare della situazione con i vertici e mettere in risalto le criticità e i problemi esistenti. A seguito della riunione, il Comune di Capaccio Paestum, retto dal sindaco Franco Alfieri, ha messo a disposizione 10.000 euro affinché si realizzino dei pennelli che possano permettere di tamponare l’erosione nell’alveo. Ovviamente – continua Castoro – la somma non ci consentirà di risolvere la problematica e, per questo, stamattina ci siamo recati in Prefettura, insieme con il sindaco di Altavilla Silentina e una deputazione consortile per rappresentare questa criticità e cercare di individuare le eventuali soluzioni. Siamo in attesa di convocazione di un vertice”.

IL SINDACO DI ALTAVILLA: “BISOGNA INTERVENIRE PER EVITARE DISASTRI AMBIENTALI”

La preoccupazione riguarda anche il vicino comune di Altavilla Silentina, soprattutto nei punti critici che affacciano sul fiume Sele, Castelluccio e Cerrocupo. Dopo un primo incontro in Regione, richiesto proprio dai Comuni e dagli enti interessati, questa mattina Marra si è recato in Prefettura insieme con la delegazione composta dall’associazione e dai rappresentanti del Consorzio Sinistra Sele di Paestum con il presidente Roberto Ciuccio, il cui impegno sulla vicenda è costante. “In Prefettura abbiamo chiesto la pulizia della parte alta del fiume – spiega il sindaco Antonio Marra – e un intervento urgente per il rinforzo dell’argine del fiume nella parte bassa, che è a rischio crollo con conseguente esondazione. In precedenza, il Consorzio era stato autorizzato ad eseguire i lavori di somma urgenza con prelievo di ghiaia da utilizzare per il ripristino degli argini. Ora le autorizzazioni sono bloccate e non ne capiamo il motivo. Il Consorzio non ha competenza e non può agire senza essere autorizzato: chiediamo appunto la possibilità di continuare a intervenire almeno nei punti critici, per un tratto di circa 100 metri lì dove l’argine necessita di un urgente rinforzo. Abbiamo attivato la Prefettura che si è impegnata ad effettuare un sopralluogo nei prossimi giorni per programmare gli interventi. Ci teniamo a risolvere al più presto la problematica, per evitare il rischio di allagamenti e danni come già successo in più di un’occasione negli scorsi anni”.

“DIFESA DEL TERRITORIO”: “I LAVORI RIPRENDANO IMMEDIATAMENTE”

La situazione resta critica, comunque, soprattutto in vista dell’approssimarsi della stagione invernale, con l’acuirsi delle piogge e dei disagi nell’intera area. “Siamo davvero preoccupatissimi – conclude Matteo Castoro – tanto più che non capiamo l’esigenza di bloccare dei lavori necessari, che oltretutto vengono eseguiti a compensazione. L’area interessata dalle criticità ha una popolazione di circa 2.000 abitanti, ci sono scuole nelle vicinanze, un museo archeologico, tantissime aziende. Si tratta di un territorio vastissimo, che subirebbe danni ingenti e gravissime perdite in caso di nuovo allagamento. Per questo, la nostra associazione, nel ringraziare tutti gli enti che sono intervenuti al nostro fianco avallando la nostra posizione, chiede che i lavori riprendano nell’immediato, prima che sia troppo tardi”.

banner sito la bufalat

Webp.net-gifmaker

banner bbc aquara sito

antico pastaio

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Altavilla Silentina

terme

Altavilla Silentina, Comune organizza ciclo cure termali over 65

Altavilla Silentina. E’ stato approvato dall’amministrazione comunale retta dal sindaco Antonio Marra, il progetto per le cure termali dedicato agli […]

ossari cimitero

Altavilla, Piano cimiteriale comunale: previsto ampliamento e area multietnica

Altavilla Silentina. Adozione del Piano cimiteriale comunale: il consiglio comunale di Altavilla Silentina lo ha approvato, per ottenere l’acquisizione di […]

Capaccio

via tavernelle

Capaccio, zona a traffico limitato Sp276-via Tavernelle

Capaccio Paestum. Fino al prossimo 29 settembre sarà attiva la zona a traffico limitato lungo il tratto Sp 276-via Tavernelle. […]

reception albergo

Si a bonus vacanze a Paestum, a patto che …

Capaccio Paestum. Bonus vacanza: l’80 percento delle strutture turistiche afferenti al Consorzio turismo e ricettività Città di Capaccio Paestum ha […]

Cronaca

tribunale_di_salerno_672-458_resize

Agropoli. Assolti i 2 giovani accusati di violenza sessuale, lesioni e minacce

Agropoli. Violenza sessuale, minacce e lesioni personali aggravate dall’utilizzo di un’arma. Sono state  queste le accuse, con le quali sono […]

generiche Inps

Salerno, falsi necrologi nelle sedi Inps: “Non ci lasciamo intimidire”

Salerno. Questa mattina, nell’ingresso di molte sedi territoriali dell’Inps sono apparsi dei falsi necrologi che riportano nomi, date e motivazioni […]

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada