APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Eboli, tratta di immigrati: arrestato anche il capogruppo del PD Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

carabinieri-1-e1496060436943

Eboli. Il suo soprannome era «appost» forse proprio perché era così che confermava agli imprenditori, e suoi complici italiani, di aver fatto «il servizio». Hassam Amzghal – anche per il gip Giovanna Pacifico che ha accolto le richieste della procura Antimafia di Salerno – è il promotore dell’organizzazione. Particolare una sua frase intercettata dai carabinieri: «Io i soldi li faccio qui… in una giornata guadagno 300 euro».

I carabinieri del colonnello Antonino Neosi e del tenente colonnello Enrico Calandro, nelle prime ore della giornata di ieri, a Salerno e provincia (Battipaglia, Eboli, Montecorvino Pugliano, Olevano sul Tusciano, San Marzano sul Sarno, Pontcagnano Faiano, Nocera Inferiore, Pagani, Altavilla Silentina e Agri) hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari, emessa, su richiesta della Procura della Repubblica, dal gip del Tribunale di Salerno nei confronti di 35 indagati. 27 gli arrestati, finiti ai domiciliari, e le 8 persone con obbligo di dimora e presentazione alla Polizia giudiziaria, ritenuti responsabili, a vario titolo, di “associazione per delinquere” (art. 416 c.p.) finalizzata al “favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina” (art. 12 D.Lgs. 286/1998), “intermediazione illecita e sfruttamento di lavoratori con o senza permesso di soggiorno”, “riduzione in schiavitù” (art. 600 c.p.), “tratta di persone” (art. 601 c.p. con l’aggravante del reato transnazionale) ed altro. Dei 35 indagati destinatari delle misure cautelari, 8 non sono stati rintracciati e nei loro confronti continuano le ricerche.
I carabinieri hanno cercato di velocizzare i tempi per ottenere il provvedimento cautelare a suo carico perché lo stesso stava per fare rientro in Marocco. E, una volta partito, il rischio era che si sarebbero perse le sue tracce. Come, forse, è successo per altri componenti del gruppo che, al momento, sono ricercati. Attraverso intercettazioni telefoniche, pedinamenti e anche l’ascolto di qualche clandestino vittima del sistema, gli investigatori sono riusciti a ricostruire nel dettaglio tutti i particolari dell’affare. Come il ruolo del commercialista Pasquale Infante, delegato formalmente dagli imprenditori alla trattazione amministrativa presso gli uffici competenti (Prefettura, Direzione territoriale del Lavoro, Inps) di tutte le pratiche (dai flussi alle richieste di disoccupazione al resto) e che, di fatto, tutelava gli interessi dell’organizzazione che seguiva personalmente non disdegnando di dare pareri e ricevere nel suo studio Hassan ogni volta che aveva bisogno di una consulenza. E le domande che materialmente immetteva nel sistema Unilav erano tutte ideologicamente false. E lui ne era consapevole.
Braccio destro di Hassan, Nouredine Aitberka. Era lui ad intrattenere i rapporti con gli imprenditori agricoli e con i marocchini che si rivolgevano all’associazione per ottenere i documenti falsi, non solo permessi di soggiorno per fini lavorativi ma anche dichiarazioni di ospitalità: il tutto con la collaborazione della sorella Fatima. Compito di Ali Amezghal, invece, quello di raccogliere tutta la documentazione in arrivo dal Marocco da sottoporre poi all’attenzione degli imprenditori che avrebbero dovuto far richiesta di lavoratori in Marocco. (fonte Il Mattino)

 

banner bbc aquara sito

antico pastaio

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

banner-mutuo-220x180

Cronaca

regione campania

Campania, Coronavirus: chiusura straordinaria di tutte le scuole

Campania. Chiusura straordinaria delle scuole campane di ogni ordine e grado dopo i due casi di Coronavirus. La decisione arriva […]

coronavirus-1200x900-cropped

Coronavirus. A Vallo della Lucania e Caserta 2 tamponi positivi inviati al Ministero

Coronavirus, due tamponi positivi inviati dalla Campania all’Istituto superiore di Sanità. Si tratta di due donne, una italiana del casertano di […]

Eboli

itia eboli

Eboli, ITIA: apertura centro famiglie, corsi formazione e tirocini aziendali

Eboli. Parte il programma di inclusione attiva attraverso le intese territoriali (ITIA), che garantirà nuove occasioni di formazione, creando le […]

fratelli di italia

Eboli, FdI: “Qui il partito non esiste”

Eboli. “Fratelli d’Italia non esiste a Eboli”. La nota stampa giunta alla nostra redazione porta la firma di Donato Gallotta, […]

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada