APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Dissesto idrogeologico Calore-Tanagro: chiesto tavolo tecnico in Regione Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

alluvione vallo di diano

Atena Lucana. Danni derivanti da eventi piovosi, criticità e mancata manutenzione del fiume Calore-Tanagro: il Comune di Atena Lucana, retto dal sindaco Luigi Vertucci, aderisce alla richiesta di tavolo tecnico avanzata alla Regione dal Consorzio di bonifica, che punta a individuare soluzioni tempestive e organiche per l’annosa e preoccupante questione delle esondazioni e dei conseguenti allarmanti e rovinosi allagamenti che si registrano nella piana.

“L’intera piana – si legge nella delibera approvata dal Comune – è attraversata dal fiume Calore-Tanagro, un corso d’acqua di particolare pregio ambientale ed elemento fondante del paesaggio, chiamato a ricevere e smaltire tutte le acque dell’ampio bacino scolante, confluendo in esso, sia in destra che in sinistra idraulica, tutti i corsi d’acqua che scendono dai versanti che circoscrivono il fondovalle. Il fiume rappresenta il principale collettore del territorio. Nonostante gli interventi di bonifica realizzati nel tempo e che tuttora vengono assicurati sia dal Consorzio che dalla comunità montana, permangono nel Vallo di Diano situazioni diffuse di disordine idraulico e dissesto idrogeologico”.

Il Consorzio stesso, attraverso studi conoscitivi a carattere idraulico, ha individuato principalmente nel bacino del fiume la presenza di situazioni di elevata pericolosità legate in particolar modo al precario stato gestionale in cui versa da anni tale importante corso d’acqua. “Tra le varie criticità naturali – si legge ancora nel documento – sono da annoverare in particolar modo i diffusi e imponenti allagamenti che ciclicamente si registrano in concomitanza di eventi piovosi anche non estremi, legati alle esondazioni del fiume o alla rottura degli argini nel tratto più a valle, dove in passato è stato incanalato”. Si tratta di fenomeni imponenti e vasti, che si rivelano sempre “rovinosi”, non solo per le produzioni agricole in atto e per la stessa conservazione dei terreni, ma anche per gli insediamenti abitativi e produttivi, molto spesso con i livelli a piano terra completamente sommersi dalle acque anche per diversi giorni, per le attività economiche e per le infrastrutture. Allagamenti che creano vere e proprie situazioni di angoscia nei cittadini che, giustamente, sono portati a temere il peggio ad ogni allerta meteo, consapevoli della “precarietà idraulica” del sistema fluviale mette a rischio l’incolumità delle persone e la sicurezza stradale. La questione più impellente da risolvere riguarda la “messa in sicurezza” del fiume Calore-Tanagro che, allo stato, data l’assenza di manutenzione e lo stato di abbandono da anni rappresenta un pericolo serio.

Il Comune di Atena Lucana, chiede dunque una “pianificazione straordinaria e innovativa, che contempli anche una continua attività di manutenzione e monitoraggio, assolutamente indispensabili per prevenire gli eventuali disastri che si potrebbero registrare in caso di eventi alluvionali eccezionali, sempre più probabili per via dei cambiamenti climatici a cui sono legati precipitazioni sempre più intense e concentrate nel tempo e nello spazio, tipo quelle verificatesi in zona sulla dorsale della Maddalena nel mese di novembre scorso e che hanno determinato non pochi danni, disagi e preoccupazioni”. Il tavolo tecnico del Consorzio è al momento “lo strumento più idoneo per affrontare le varie questioni che ruotano attorno al fiume Calore-Tanagro e che hanno ripercussioni sull’intero comprensorio del Vallo di Diano”. L’ente ha comunque evidenziato anche “l’opportunità di un coordinamento territoriale e un approccio globale alle problematiche della sicurezza idraulica, di difesa del suolo e valorizzazione dei sistemi fluviali dell’intero comprensorio, al fine di accrescere l’efficacia degli interventi e delle azioni finalizzate a mitigare i vari scenari di rischio e, al tempo stesso, per esaltare, con iniziative condivise e raccordate, la valenza fruitiva degli ambienti fluviali”. Il Comune ha chiesto anche alla Regione Campania di farsi carico “delle problematiche esposte dal Consorzio, mettendo in atto le dovute iniziative per indire tempestivamente il tavolo tecnico”.

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Cronaca

viviamo albanella

[VIDEO] Amministrative, la lista “Viviamo Albanella”:”andiamo avanti” . Stasera incontro pubblico

Albanella.  Dopo la perquisizione effettuata dalla Dia in casa  del candidato sindaco Pasquale Mirarchi e nell’azienda di famiglia  questa mattina, la lista […]

ambulanza

Cava de’Tirreni, esce per andare dal medico: investita e uccisa da auto

Cava de’Tirreni. Era uscita per andare dal medico di famiglia per farsi prescrivere delle ricette per la sorella ammalata. Non immaginava […]

Vallo di Diano

martelletto tribunale

Sapri, cadde da terrazzo scuola: condannata preside

Sapri. Per Franca Principe, la dirigente scolastica del polo liceale di Sapri, arriva la sentenza definitiva per l’incidente ad uno […]

60774739_10219293898529256_1155618331751874560_n

Montesano S.Marcellana, al via nuova raccolta rifiuti

Montesano sulla Marcellana. Prende formalmente avvio, dopo una fase di transizione, il nuovo servizio di raccolta differenziata sul territorio comunale. Un […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada