APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Covid-19:ecco tutte le date riaperture scaglionate dal 4 al 18 maggio Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

aperture bar

Dal prossimo lunedì 4 maggio in qualche modo inizierà la fase 2 con la convivenza del virus e le riapErture scaglionate in quattro date. La ripresa sarà scandita settimanalmente di lunedì in lunedì ed è  così articolata:

4 MAGGIO

Settore manifatturiero e tessile, costruzioni e commercio all’ingrosso. Tutta la riapertura sarà accompagnata dall’obbligo di nuove misure di sicurezza (turni scaglionati per entrata e uscita, postazioni di lavoro distanziate, misurazione della temperatura all’ingresso). Saranno, inoltre, consentiti i movimenti dentro il proprio Comune e tra Comuni della stessa Regione, senza l’obbligo di l’autocertificazione. Resterà il divieto di spostamenti tra Regioni e sui mezzi di trasporto sarà consentito l’accesso ad un numero limitato di passeggeri con l’utilizzo alternato dei posti e l’obbligo di mascherina. Si potrà, inoltre, tornare a fare sport all’aperto anche lontano dalla propria abitazione.

11 MAGGIO

Prevista la riapertura di esercizi commerciali per la vendita al dettaglio, previo l’utilizzo di sistemi di protezioni individuali e obbligo di distanziamento tra clienti. Per alcune categorie merceologiche (come abbigliamento e calzature) ci sarà l’obbligo di sanificazione dei prodotti. Vi è ancora incertezza da parte del Governo per la riapertura di parrucchieri e centri estetici – se tra l’11 e il 18 maggio: in tutti i casi dovrà essere rispettato il rapporto di uno a uno (un operatore e un cliente) e tutti gli strumenti andranno sterilizzati. La chiusura è, invece, prolungata per centri commerciali e mercati rionali che non vendono alimenti. Il Comitato tecnico scientifico valuta troppo alto il rischio che la libera circolazione delle persone faccia crescere nuovamente il numero dei contagi.

18 MAGGIO

Bar e ristoranti potranno riprendere la loro attività rivedendo al ribasso le capienze dei locali. Bisognerà prevedere un distanziamento minimo di un metro dal bancone, e di due metri tra un tavolo e l’altro, con l’obbligo di mascherine e guanti per i camerieri. Il servizio d’asporto potrà tornare alla regolare attività.
Inoltre, se i dati del contagio saranno incoraggianti, sarà anche possibile prevedere lo spostamento da una Regione all’altra.

L’incertezza sulla ripresa permane in maniera più totale per cinema, teatro, discoteche, e spazi per concerti. Si tratta delle attività di aggregazione dove più alto è il rischio di trasmissione del virus. Per questo al momento non è possibile indicare una data di ripresa, ma auspicabilmente prima della fine dell’anno.

CISL FP BANNER

convergenze

banner sito la bufalat

Webp.net-gifmaker-2

banner bbc aquara sito

antico pastaio

banner caputo sito

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

banner_papera_220x180

Cronaca

Immagine

Addio al grande campione Maradona

E’ morto Diego Maradona. Il ‘Clarin’ riferisce che sarebbe morto per un arresto cardiorespiratorio mentre si trovava nella casa di Tigres, […]

coronavirus

Covid Bellizzi:”Segregata in casa da 2 settimane in attesa di un tampone”

Bellizzi. “Io e mio figlio aspettiamo un tampone da più di una settimana. A chi devo rivolgermi? L’Asl Salerno non risponde. […]

vocedistrada

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada