APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Capaccio, Tares e Imu: gruppo PD presenta interrogazione Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

comune capaccio

Tares e Imu: il gruppo consiliare del Pd, costituito dai consiglieri Franco Tarallo, Pasquale Cetta e Nino Pagano, hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta, nel corso dell’ultimo consiglio comunale,  al sindaco di Capaccio Paestum,  Italo Voza. << In questi ultimi giorni – si legge nell’interrogazione – abbiamo riscontrato un crescente malcontento della popolazione per l’applicazione della Tares, tra l’altro non obbligatoria. Infatti, la normativa prevede che i Comuni per il 2013 possono determinare i costi del servizio e le tariffe sulla base dei criteri previsti e applicati per il 2012. Nel caso in cui continuino ad applicare, per il 2013, la Tarsu in vigore per il 2012, la copertura della percentuale dei costi eventualmente non coperti dal gettito del tributo, è assicurata attraverso il ricorso a risorse diverse dai proventi della tassa, derivanti dalla fiscalità generale dei  Comuni stessi. L’improvvida scelta di applicare la Tares non tiene conto delle crescenti difficoltà che vivono soprattutto le famiglie numerose e le attività commerciali capaccesi, particolarmente penalizzate dal nuovo tributo. L’amministrazione Voza invece di agire sul fronte della razionalizzazione della spesa, eliminando gli sprechi, ha ritenuto più semplice caricare sulle spalle dei cittadini un costo insostenibile>>. Un’ulteriore contestazione riguarda la mini Imu:        << Questo Comune è senza bussola, l’unica cosa che riesce a fare ultimamente è vessare la popolazione. A tale proposito vorremmo ricordare al sindaco Voza che Capaccio è uno dei pochi Comuni dove si paga la mini –Imu anche sulla prima casa, senza parlare della seconda casa, per la quale l’aliquota è quasi pari al massimo previsto dalla legge (9,6×1000). Nel Decreto del fare era previsto che se la seconda casa fosse stata data in uso a un figlio, poteva beneficiare dell’esenzione Imu. Il Comune di Capaccio non ha recepito l’opportunità offerta dalla norma anzi si paga quasi il massimo>>. I consiglieri Pagano, Cetta e Tarallo, lamentano anche la poca attenzione verso il settore commerciale. Alla luce di queste considerazioni hanno interrogato il sindaco << sulla necessità di applicare la Tares in luogo della Tarsu; la motivazione della mancata applicazione del Decreto del Fare riguardo l’esenzione Imu sulle seconde case in uso ai figli; sui provvedimenti che l’amministrazione intende adottare per rivitalizzare il commercio>>.

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Cronaca

soccorso alpino acerno

Acerno. Cercatore di tartufi disperso in montagna: ritrovato

Il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania CNSAS è intervenuto questo pomeriggio per soccorrere una persona dispersa, nell’area di Monte […]

atti vandalici centro lontra 3

Aquara. Vandali in azione all’ex Centro lontra

Aquara. Atti vandalici ai danni dell’ex  Centro lontra situato nel centro urbano del comune della Valle del Calore. Balordi hanno […]

Webp.net-gifmaker-4

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada