APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Capaccio nell’Unione dei Comuni dell’Alto Cilento, Caramante: “E’ pericoloso” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

carmine caramante

Capaccio Paestum. Il Comune di Capaccio Paestum potrebbe entrare nell’Unione dei Comuni dell’Alto Cilento. La proposta sarà discussa nel corso del prossimo consiglio comunale. Ma a sollevare la polemica per la decisione è Carmine Caramante, ex consigliere comunale di Capaccio Paestum.

“Chi ha amministrato e chi tiene alle sorti della nostra comunità – scrive Caramante in una nota – non può, pur non avendo cariche pubbliche, tacere su un’iniziativa che pensavo non fosse nemmeno lontanamente evocata. L’Unione dei Comuni dell’Alto Cilento venne fondata nel 2004 da otto degli attuali enti presenti (Agropoli, Cicerale, Laureana, Lustra, Perdifumo, Prignano Cilento, Rutino e Torchiara) e conta una popolazione di circa 30.800 abitanti residenti, con un proprio consesso consiliare e un organo esecutivo, oltre ad un apparato con uffici e dipendenti che gestiscono servizi afferenti ai comuni associati. Gia’ nel 2016, nella seduta di approvazione del Bilancio, il consigliere dell’Unione dei Comuni Alto Cilento Sebastiano Aceto affermava “Sono gli ultimi colpi di coda di un Ente giunto al capolinea e prossimo al fallimento politico e contabile per l’enormità del debito accumulato, circa 10 milioni di euro”. A peggiorare la situazione “circa 11 milioni di euro, per il servizio di raccolta e dei rifiuti del Comune di Agropoli”. A meta’ 2018, la Guardia di finanza del Comando provinciale di Salerno, al termine di un’attività di indagine coordinata da Michele Oricchio, Procuratore regionale della Corte dei Conti per la Campania, ha segnalato un complessivo danno erariale di oltre 200mila euro, causato nell’ultimo quinquennio dai vertici politici e burocratici dell’Unione comuni “Alto Cilento”. In particolare, emerse il pagamento ritenuto illegittimo di premi conferiti al personale, che operava per l’Unione e per i comuni di appartenenza, in relazione ad un progetto per il recupero dell’evasione della Tarsu”.

“UNIONE DEI COMUNI E’ UN PERICOLO, ECCO PERCHE'”

Caramante punta l’accento sulla pericolosità di una scelta del genere per il Comune di Capaccio Paestum. “Innanzitutto – spiega – Capaccio Paestum non ha alcuna attinenza specifica con l’Alto Cilento. Non vi è ragione politica e geografica alla base di questa iniziativa. Il suo consiglio comunale, la sua giunta e, di conseguenza, i suoi cittadini andrebbero in maniera immotivata a cedere sovranità ad un ulteriore consiglio e a un’ulteriore giunta che, sopra le nostre teste andrebbero, sulla base di una logica feudale, ad esercitare poteri di indirizzo e controllo già attribuiti democraticamente ai rappresentanti e agli organi istituzionali che abbiamo eletto 40 giorni fa. Capaccio, inoltre, andrebbe semplicemente a socializzare le perdite di bilancio e a sovvenzionare un sistema e un apparato con uffici e dipendenti gravato già da carenze e problemi”.

“L’OPPOSIZIONE INTERVENGA, I CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA RIFLETTANO”

Caramante lancia un’appello ai consiglieri di opposizione che siedono in consiglio comunale: “Invito i sei consiglieri di minoranza ad opporsi con tutte le forze a disposizione, finanche attraverso iniziative di coinvolgimento popolare. Ai dieci consiglieri di maggioranza mi permetto, invece, di far notare che esiste anche la possibilità di dissentire rispetto a scelte scellerate e sensa senso, che non arrecheranno nessun beneficio alla nostra comunità. Inoltre, cari consiglieri di maggioranza, non credo che abbiate faticato per farvi eleggere per poi sottoporre le vostre funzioni al Consiglio dei Comuni dell’Alto Cilento. Magari, forse a qualcuno di voi e’ stato gia’ promesso di entrare in quota al Consiglio o alla Giunta dell’Unione, ma non credo vi sia utile. Avete gia’ l’onere e l’onore di rappresentare Capaccio Paestum nel nostro Consiglio Comunale, fortuna toccata a pochi di noi in questi ultimi decenni. Infine – conclude Caramante – vi rammento che, qualora in futuro dovessero generarsi per il Comune di Capaccio Paestum danni di natura economica conseguenti a tale scelta, si rischiano sanzioni da parte della Corte dei Conti. Che e’ lenta. Ma arriva“.

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Capaccio

piazza tempone capaccio

Capaccio, istituita la ztl su Piazza Tempone al capoluogo

Capaccio Paestum. Istituita la zona a traffico limitato su Piazza Tempone, a Capaccio capoluogo, per tutta la durata delle festività […]

sofia anna strafella

Polizia municipale Capaccio, Sofia Anna Strafella nuovo vice comandante

Capaccio Paestum. Sofia Anna Strafella nuovo vice comandante della polizia municipale. Strafella è in servizio di ruolo con il grado di […]

Cronaca

polizia_postale_fg_2805

Salerno. Pedopornografia, arrestato 47enne

Salerno. Il compartimento polizia postale e delle comunicazioni di Napoli e la dipendente sezione di Salerno, coordinati dal servizio polizia […]

sanzacitta5

Sanza, domani i funerali del 67enne Sabino Citera

Sanza. Si terranno domani, 10 dicembre 2019, alle 10, i funerali di Sabino Citera, il 67enne morto a causa di un […]

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada