APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Alluvioni Sele, Ministero dell’Ambiente: “Colpa della Regione” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

Sabrina_interpellanza sele 2

Nel pomeriggio di ieri in Parlamento la deputata agropolese del Pd Sabrina Capozzolo ha illustrato l’interpellanza urgente n. 2-00837 presentata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed al Ministro dell’Ambiente all’indomani dell’ennesima esondazione del fiume Sele verificatasi il 31 gennaio scorso. L’interpellanza è stata presentata, come la stessa responsabile nazionale per le politiche agricole del Pd ebbe modo di dichiarare, con l’intento di “rompere definitivamente l’inaccettabile rimpallo di responsabilità tra Enti locali” che ha prodotto un immobilismo catastrofico in quella parte del territorio. Rispondendo nella seduta odierna all’interpellanza urgente della parlamentare cilentana, il Ministero dell’Ambiente, per il tramite della Sottosegretario  Silvia Velo ha chiarito diversi punti della vicenda che riguarda il fiume Sele. “Mi pare importante che, finalmente, si sia fatta un po’ di chiarezza con riguardo alle responsabilità politico-amministrative che hanno prodotto e continuano a produrre disastri lungo il corso del Sele” – ha commentato a caldo Capozzolo. “Il Ministero è stato chiarissimo nella sua risposta: i cittadini adesso sanno con certezza, che non è stato possibile utilizzare le risorse afferenti al fondo per le emergenze nazionali per far fronte ai danni provocati dall’esondazione del Sele, perchè, ad oggi, non risulta formulata dalla Regione Campania alcuna richiesta di deliberazione dello stato di emergenza. Inoltre, – prosegue la componente della segreteria nazionale del PD – la stessa Regione Campania, ha solo annunciato, ma ancora non deliberato, la richiesta di accesso al fondo nazionale per il ristoro dei danni causati alle produzioni agricole. Caldoro, altresì, annuncia finanziamenti per un milione di euro per far fronte alle emergenze idrogeologiche, ma ancora non li stanzia. Insomma tanti annunci e nulla di concreto da parte della Giunta Regionale e, intanto, i cittadini ed i produttori agricoli cilentani continuano a stare in ginocchio grazie all’ignavia degli inquilini di via Santa Lucia. Se non altro, per la prima volta, finalmente è chiaro che tutte le responsabilità di questo scempio sono in capo alla Regione Campania. Prima di quelli che possono essere gli appuntamenti elettorali c’è la vita della gente che andrebbe considerata molto prima del momento in cui si va a chiedere un voto”.

banner bbc aquara sito

antico pastaio

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

banner-mutuo-220x180

Cronaca

tampone

Coronavirus Campania, negativi test su persone a contatto con soggetti risultati positivi

Campania. Si comunica che è in corso l’esame dei test delle persone identificate e temporaneamente in quarantena che hanno avuto […]

Franco Alfieri

Capaccio, quarantena obbligatoria. Alfieri: “Nessun contagio, solo prudenza”

Capaccio Paestum. A Capaccio Paestum non si registrano casi di contagio da Coronavirus. Per maggiore prudenza, ho comunque ritenuto opportuno […]

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada