APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Albanella, sequestrata azienda zootecnica Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

bufale

Violazioni alle normative ambientali e cattiva detenzione degli animali: scatta il sequestro per un’azienda zootecnica situata in una frazione rurale di Albanella. L’operazione a tutela dell’ambiente è stata portata a segno dal personale della sezione di polizia giudiziaria del corpo Forestale dello stato del tribunale di Salerno su disposizione della Procura. I controlli rientrano nell’ambito di un piano attivato in tutta la provincia salernitana che, ad oggi, ha portato a diversi sequestri effettuati nei comuni di Capaccio e Albanella. L’ultimo intervento è stato effettuato in un’area rurale di Albanella. Sul posto il sovrintendente Mario Grimaldi e l’agente scelto Dante Stabile che hanno proceduto con i controlli all’interno dell’azienda  in collaborazione con la polizia locale guidata dal comandante Luigi Guarracino. I sopralluoghi hanno consentito di scoprire degli scarichi abusivi di reflui zootecnici che dagli stalli, dove si trovavano le bufale, finivano attraverso dei canali di scolo delle acque potabili, in una grossa fossa realizzata nel terreno e da qui nel torrente “La cosa”. Creando uno stato di inquinamento sia nei terreni e nelle falde acquifere, sia nel torrente che insiste nelle immediate vicinanze. Nel corso dei controlli è stata individuata anche una discarica abusiva con il deposito illecito di circa una quarantina di metri cubi di asfalto classificato come rifiuto speciale. Il sito così come gli scarichi abusivi sono stati posti sottosequestro. Altri illeciti hanno riguardato la detenzione delle bufale e, in particolare dei vitelli, in violazione dell’apposita normativa. I capi erano detenuti in stalli angusti tali da non consentire il rispetto del loro benessere. Spazi troppo ristretti dove erano custoditi oltre il tempo previsto per legge, che consente di detenere non oltre i due mesi i vitelli in box chiusi. Il sovrappopolamento dei capi bufalini, oltre un migliaio di animali, non garantiva dunque il loro stato di benessere. Accertati gli illeciti è scattato il sequestro dell’azienda zootecnica con la custodia della stessa al proprietario denunciato alla Procura di Salerno per inquinamento ambientale e per lo stato in cui deteneva l’allevamento di bufale.

output_tqy8p1

output_yJ10wl

modal gif

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Cronaca

gabriele iuliano

Ambiente Roccadaspide, Iuliano propone patto ecologico con cittadini

Roccadaspide. “Un’agenda ecologica, che preveda una cronologia di fasi, che potrebbero ipotizzarsi e sintetizzarsi, in questa prima fase con l’adesione […]

laurino panoramica

Laurino, impianto biomassa all’istituto omnicomprensivo

Laurino. Impianto di cogenerazione a biomassa a servizio dell’istituto omnicomprensivo di Laurino: è stata aggiudicata la gara pubblica per i […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada