APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

Agropoli, confisca “tesoro” Marotta: depositato ricorso Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

golden hand

Confisca “tesoro” del clan Marotta: depositati gli atti di impugnazione alla Corte di Appello di Salerno da parte dei legali Sirignano, Oricchio, Della Monica.   La notifica del Decreto, che aveva disposto la misura patrimoniale della confisca a seguito di sequestro precauzionale, era avvenuta il 16 dicembre. Attesa per fine gennaio l’udienza del processo di appello. La confisca dei beni del clan Marotta ha fatto seguito al sequestro nell’ambito dell’operazione  “Golden Hand”,  effettuata nel novembre del 2012 dal Gico di Salerno del nucleo di polizia tributaria, diretto dal tenente colonnello Antonio Mancazzo. L’inchiesta ha portato al sequestro di beni per oltre 15 milioni di euro. Le fiamme gialle sequestrarono 19 immobili (tra appartamenti e ville) e 17 terreni situati ad Agropoli, Padula e  Laureana; 30 autovetture di grossa cilindrata, tra le quali Jaguar, Porsche, Mercedes, Audi, Bmw tra Agropoli e Eboli, 3 club privati, 7.000 euro, 7 orologi di valore, monili in oro, assegni e cambiali.  Secondo quanto sostenuto dall’accusa i beni comprati con proventi illeciti erano stati in modo fittizio intestati a terzi   ( teste di legno). Da quanto è emerso dalle indagini il  sodalizio criminale vedeva all’apice Vito Marotta e sua moglie Angelina Bevilacqua. 31 le persone imputate. Con il Decreto di confisca contestualmente sono state emesse dal tribunale di Salerno  le misure di prevenzione speciale personale. Il provvedimento impone diverse restrizioni  emesse nei confronti di oltre la metà dei 31 imputati, con l’applicazione della sorveglianza speciale con l’obbligo di soggiorno nei comuni di residenza per tre anni per 16 imputati, di cui 7 donne,  su 31 totali. Ai 16 imputati i giudici prescrivono di << darsi alla ricerca di un lavoro e di vivere onestamente rispettando le leggi>>. Ulteriori misure riguardano gli orari di uscita e di ritorno alle proprie abitazioni:non possono rincasare più tardi delle 21 e uscire prima delle 6 del mattino. Inoltre, hanno l’obbligo di presentarsi ai carabinieri nei giorni dispari della settimana tra le 8 e le 10 presso la caserma della compagnia dei carabinieri di Agropoli. Infine, devono versare a titolo di cauzione, nella cassa delle ammende, 5000 euro.

 

banner caputo sito

Webp.net-gifmaker-6

Webp.net-gifmaker

output_tqy8p1

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

botteghe autore

bcc-bannerweb-220

Cronaca

tobia

S.Egidio del Monte Albino, non ce l’ha fatta il 17enne travolto dal treno ad Angri

Sant’Egidio del Monte Albino. Travolto da un treno lo scorso 8 novembre: non ce l’ha fatta Tobia Falcone, la città […]

martelletto tribunale

Sarno, 23 anni di carcere per omicidio: ma ora si riapre il processo

Sarno. Dopo aver scontato 23 anni di carcere per un omicidio a scopo di rapina avvenuto a Sarno il 5 dicembre […]

Webp.net-gifmaker-4

banner chiacchiaro

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada