APP MOBILE VDS

Scarica l'app di Voce di Strada per Android, iPhone e Windows Mobile!

“Biancamore”: a Capaccio startup cosmetica con il latte di bufala Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada Profilo Google Plus Voce di Strada

biancamore

Capaccio Paestum. Fino a ieri il latte di bufala era conosciuto come l’ingrediente essenziale della mozzarella prodotta nelle aree campane e molto amata nella cucina italiana e internazionale. Ma ecco che due giovani di Capaccio, in provincia di Salerno, Daniela e Pasquale Senatore, decidono di dare vita ad una start up e di utilizzare il latte di bufala dop al cento per cento, prodotto dall’azienda Barlotti di Paestum, nella cosmetica naturale. Ed è anche naturale chiamarla Biancamore che nasce proprio dall’unione del candore, dalle proprietà benefiche del latte di bufala, e dalla dolcezza e delicatezza emolliente dei prodotti di benessere della cosmesi naturale che sono stati accolti con grande consenso dal mercato. “Ero in attesa del mio primo figlio e in cerca di un rimedio naturale per la mia pelle irritata – racconta Daniela Senatore, laureata in Economia a Milano, con esperienza professionale nell’ambito della cosmesi – decisi di immergermi in una vasca di acqua tiepida e latte di bufala e, da lì, ebbi l’intuizione: trasformare questo naturale rimedio in una promessa di benessere”. Con il fratello Pasquale, anche lui si è laureato in Economia dei mercati finanziari presso l’Università Bocconi di Milano, hanno messo in campo le esperienze accumulate in giro per il mondo e sono passati dalla riscoperta di un antico rimedio alla realizzazione di un concreto progetto imprenditoriale. Una promessa mantenuta per due motivi: il primo che, grazie a questa idea, hanno deciso di tornare a vivere al Sud mettendo in campo pragmatismo e creatività nella cornice di uno scenario suggestivo dei Templi di Paestum; il secondo, grazie alla sperimentazione, alla ricerca e alle innovative tecniche cosmetiche e, soprattutto, all’utilizzo del latte che viene ottenuto da allevamenti ecosostenibili in prodotti di bellezza. “Il latte utilizzato per i prodotti Biancamore viene fornito dalla famiglia Barlotti – spiega Pasquale – che si occupa dell’allevamento delle bufale dagli inizi del 1900 e fondatrice dell’omonimo caseificio. Si tratta di un prodotto fresco e genuino, contenente alte quantità di acido lactobionico, in grado di proteggere i tessuti dai danni ossidativi causati dai radicali liberi e di nutrire la pelle favorendone l’idratazione in modo del tutto naturale”. Una formula ideale dunque per creare un bel catalogo di prodotti di bellezza: crema viso, crema corpo, detergente, crema mani, burro cacao. Sono naturalmente idratanti, non vengono testati sugli animali, sono nickel tested e non contengono parabeni. Ecco il successo di questa formula che si estende sempre più sul mercato, fino a creare un nuovo concept di benessere, dall’e-shop a uno spazio interamente dedicato ai prodotti per la pelle al latte di bufala: così nasce Casa Biancamore, il primo store progettato da “360 Creative Lab” che sarà inaugurato sabato 14 aprile a Paestum, alle ore 17, in Piazza Basilica. Uno spazio concepito per praticare il benessere a tutto tondo, in un ambiente dal design contemporaneo che omaggiano l’architettura di Paestum. “Paestum è il luogo dove i ritmi rallentano, si può godere della natura e della semplicità delle piccole cose, come il latte appena munto”, sottolineano orgogliosi Daniela e Pasquale Senatore, fondatori di Biancamore – e “Casa Biancamore” è uno spazio aperto, dedicato a chi ama prendersi cura di sé scegliendo prodotti naturali…realizzati con quanto di più genuino il nostro territorio possa offrire”. Ed è stato proprio il contatto con l’immenso patrimonio storico-archeologico di Paestum, con l’agricoltura tradizionale e gli allevamenti di bufala locali, con prodotti e sapori autentici a far scattare in questi due talenti del Sud la voglia di creare qualcosa di originale, mettendosi in gioco, e che racchiudesse questi due universi: da un lato, la creatività, l’innovazione, la sperimentazione e, dall’altro, il territorio con gli ingredienti del latte di bufala sapientemente utilizzati. Così nasce Biancamore e la storia interessante, non scontata, di due giovani imprenditori: Daniela e Pasquale Senatore. (fonte: ildubbio.news)

modal gif

banner-buono-fisi

Webp.net-gifmaker (1)

banner_papera_220x180

Box Idrostrade 1

botteghe autore

logo_bcc_buccinocomunicilentani_logobordo-02

Sponsor-Vds-2

Attualità

aula scuola

Postiglione, educazione civica nelle scuole: Comune aderisce a iniziativa Anci

Postiglione. Educazione civica nelle scuole: il Comune aderisce all’iniziativa di Anci e collabora alla raccolta firme a sostegno della proposta […]

Via_Stabbiana_Pompeii

Pompei stop a selfie, panini e far “scorrazzare” bimbi e cani

Basta mangiare panini seduti sui banchi di quelle che era antiche locande e basta anche scattare selfie in piedi sulle […]

Capaccio

bufale

Capaccio, smaltimento liquami. Allevatori: “Dateci più tempo”

Capaccio Paestum. Una deroga di 30 giorni del periodo di divieto di applicazione al terreno degli effluenti zootecnici attualmente stoccati […]

lello torchia

Bcc Capaccio Paestum ospita mostra “Grand Tour” di Lello Torchia

Capaccio Paestum. Ancora una volta la Banca di Credito Cooperativo di Capaccio Paestum accoglie l’arte, diventando il contenitore fisico di […]

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (2)

Webp.net-gifmaker (1)

ristorante-la-Pignata-banner

2GALBANELLA-GIARDULLO

banner-il-mondo-dei-bimbi

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

BANNER-FARMACIA-PIANTE-WEB

Pagina Facebook Voce di Strada
Canale YouTube Voce di Strada
Profilo Twitter Voce di Strada
Profilo Google Plus Voce di Strada
Contenuti feed RSS Voce di Strada