Aggressione sanitari Ruggi, Antonacchio (Cisl Fp):”Occorrono misure protezione” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Salerno. Aggressione sanitari al Ruggi, interviene anche la Cisl Fp:”Servono misure di prevenzione e protezione”. Gli ultimi episodi di violenza a carico degli operatori sanitari, – dichiara il segretario generale Pietro Antonacchioeventi che in questo particolare periodo possono solo aggravarsi, attesa la grande paura che la curva ascendente dell’epidemia in atto sta generando in tutti, porta ovviamente a non poter avere una gestione ordinaria anche dei trattamenti e delle prestazioni, se è vero come è vero che alcuni pazienti ricevono Tac dopo aver sostato un intero giorno presso le strutture sanitarie dei pronto soccorso, se non addirittura nelle ambulanze. Gli ultimi fatti verificatisi presso i locali del pronto soccorso del “Ruggi” dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno, denotano un grave disagio collettivo, sia da parte degli operatori che di tutta la comunità che afferisce presso le strutture di emergenza delle aziende sanitarie salernitane e forse sarebbe opportuno attivare ogni azione utile tesa a salvaguardare gli operatori sanitari degli enti”.

“Serve programma di prevenzione”

“La protezione dagli atti di violenza contro gli operatori sanitari– sottolinea Antonacchio- richiede che l’organizzazione sanitaria metta in atto un programma di prevenzione che dovrebbe comprendere la costituzione di un gruppo di lavoro finalizzato ad analizzare le situazioni lavorative, revisionare gli episodi di violenza segnalati e condurre indagini ad hoc presso i luoghi di lavoro con particolare attenzione all’analisi preventiva delle condizioni operative e dell’organizzazione nei servizi considerati maggiormente a rischio. La richiesta inoltrata ai direttori generali delle aziende sanitarie è finalizzata a tracciare un cambio di tendenza nell’affrontare la materia, atteso che è deprecabile che operatori sanitari corrano ogni giorno il rischio di essere aggrediti e feriti, senza che alcuna misura di tutela sia stata mai messa in campo. E’ giunto il momento di cambiare la tendenza che vuole che gli addetti siano abbandonati e senza nemmeno prevedere in questo momento emergenziale un potenziamento dei servizi di vigilanza e protezione in ogni struttura sanitaria a rischio”.

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

banner_papera_220x180

Leggi anche

Eboli. Ancora una rapina alla farmacia comunale: la terza in poco tempo

Eboli. La farmacia in via Bachelet ancora nel mirino dei malviventi. In poco tempo sono state portate a segno tre […]

Primo caso Omicron in Campania: tutti i familiari positivi al virus

Napoli.  Variante africana Omicron: primo caso in Regione Campania. Un professionista di ritorno dal Mozambico è rimasto contagiato.

Pietro D’Angiolillo, è il presidente Associazione Comuni del Cilento centrale

Il sindaco del comune di Ascea, Pietro D’Angiolillo, è stato eletto presidente dell’Associazione dei Comuni del Cilento ce

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2